Vampire Weekend stand a chance

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
toolipano
Posts: 5043
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by toolipano » 06 Apr 2024 17:47

Che non sia un discone mi sa che si può già dire. Bello è bello, ma non so se davvero migliore del precedente, il cui principale difetto era l'inutile lunghezza. A livello di arrangiamenti questo probabilmente è meglio, da vedere il valore complessivo delle canzoni.
Sulla mancanza di drama, capisco cosa vuoi dire, però poi allora non sarebbero più loro. Alla fine sono dei figli di papà, con pochi problemi nella vita e un livello culturale abbastanza alto. A me fa piacere che ci sia chi parla anche di questa roba in modo intelligente. Chi altro lo fa bene come loro? Sono spesso canzoni e testi in cui per molti di noi è più facile riconoscersi rispetto a chi parla di chissà quali disagi.

Online
User avatar
dissonance
Posts: 916
Joined: 30 Jul 2017 15:41

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by dissonance » 08 Apr 2024 10:21

Oh sarò io lo scemo di turno (vi prego di non farvi ingannare dall’avatar) ma mi sta piacendo e non poco. Di pezzi scarichi ce ne saranno due, il resto è tutto valido. Father of the Bride non era certo una crosta, ma un polpettone sì, mentre questo li vede tornare ad arrangiamenti più complessi e ad un immaginario meno frivolo, un po’ come accadeva in MVOTS. Posso dirmi soddisfatto.

User avatar
toolipano
Posts: 5043
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by toolipano » 08 Apr 2024 14:45

dissonance wrote: 08 Apr 2024 10:21 Oh sarò io lo scemo di turno (vi prego di non farvi ingannare dall’avatar) ma mi sta piacendo e non poco. Di pezzi scarichi ce ne saranno due, il resto è tutto valido. Father of the Bride non era certo una crosta, ma un polpettone sì, mentre questo li vede tornare ad arrangiamenti più complessi e ad un immaginario meno frivolo, un po’ come accadeva in MVOTS. Posso dirmi soddisfatto.
A giudicare dalla critica e dai votoni che si sta prendendo mi sa che gli scemi di turno siamo noi, non tu! :lol:
Ci devo riprovare con calma... in queste settimane per vari motivi sto sempre di corsa e quasi mai con la testa giusta.
Comunque che sia un bel disco l'abbiamo detto. Non mi era sembrato al livello dei primi 3 (che, va ricordato, sono tra quanto di meglio abbia offerto il panorama musicale degli ultimi 15 anni).

Lexicon
Posts: 523
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by Lexicon » 08 Apr 2024 20:06

toolipano wrote: 08 Apr 2024 14:45
dissonance wrote: 08 Apr 2024 10:21 Oh sarò io lo scemo di turno (vi prego di non farvi ingannare dall’avatar) ma mi sta piacendo e non poco. Di pezzi scarichi ce ne saranno due, il resto è tutto valido. Father of the Bride non era certo una crosta, ma un polpettone sì, mentre questo li vede tornare ad arrangiamenti più complessi e ad un immaginario meno frivolo, un po’ come accadeva in MVOTS. Posso dirmi soddisfatto.
A giudicare dalla critica e dai votoni che si sta prendendo mi sa che gli scemi di turno siamo noi, non tu! :lol:
Ci devo riprovare con calma... in queste settimane per vari motivi sto sempre di corsa e quasi mai con la testa giusta.
Comunque che sia un bel disco l'abbiamo detto. Non mi era sembrato al livello dei primi 3 (che, va ricordato, sono tra quanto di meglio abbia offerto il panorama musicale degli ultimi 15 anni).
Dipende da chi fa la critica; più passa il tempo meno mi fido. Non ho ancora avuto modo di ascoltarlo ma sono curioso.

User avatar
Tyler Durden
Posts: 1780
Joined: 15 Jan 2009 11:28

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by Tyler Durden » 08 Apr 2024 22:06

Io mi ci sto tuffando. Ma è presto per commentare bene.
Dico solo che a me piace questa evoluzione del suono che hanno avuto negli anni. Cioè li preferisco più "prodotti e arrangiati" come oggi piuttosto che scarni come agli esordi (a prescindere dal songwriting, nel senso che non è un commento su quello)

Online
User avatar
dissonance
Posts: 916
Joined: 30 Jul 2017 15:41

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by dissonance » 11 Apr 2024 15:50

Insisto e invito tutti ad ascoltarlo attentamente, perché da stamattina non sono nemmeno più sicuro di questo:
toolipano wrote: 08 Apr 2024 14:45 Non mi era sembrato al livello dei primi 3 (che, va ricordato, sono tra quanto di meglio abbia offerto il panorama musicale degli ultimi 15 anni).
Fantano dice 9/10, e per quelli che sono i suoi criteri – non lo seguo da tanto, la recensione mi è stata girata da un amico, ma a grandi linee ricordo il suo metro – non me la sento di urlare allo scandalo.

User avatar
toolipano
Posts: 5043
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by toolipano » 11 Apr 2024 16:01

L'ho messo in pausa da qualche giorno, ma oggi dovrebbero consegnarmi il cd. Da qui a domenica arrivo col mio responso definitivo :D

User avatar
toolipano
Posts: 5043
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by toolipano » 13 Apr 2024 16:37

Fantano insiste, così su X:
Vampire Weekend discog ranking:

1. Contra
2. Only God Was Above Us
3. Modern Vampires
4. Self-Titled
5. Father of the Bride

Lexicon
Posts: 523
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by Lexicon » 14 Apr 2024 18:55

Ma che bel disco hanno fatto? Fantasia, coraggio e pochissima banalità. Di primo acchito, direi che hanno raffinato ulteriormente il loro gusto. Alcuni passaggi strumentali sfoggiano delle melodie notevoli. Capricorn è il pezzo più debole. Raramente mi capita di pensarlo di un primo singolo.

User avatar
toolipano
Posts: 5043
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Vampire Weekend stand a chance

Post by toolipano » 14 Apr 2024 20:19

A livello strumentale a ogni album sembrano aumentare la perizia tecnica e la varietà delle soluzioni. Questo disco mi sembra anche prodotto molto bene. 2 pezzi un po' più deboli: Capricorn e Hope. Quest'ultima ha una melodia troppo scontata e dura tanto in un modo inutile. Era un disco che meritava ben altra closing track. Altro difettuccio è che alcuni passaggi sanno di già sentito dai loro precedenti dischi e quindi risulta tutto meno sorprendente. Non gli darei mai 9 per questi motivi, ma è un disco da 8 molto abbondante. Il discography ranking aspetto ancora un po' a rivederlo.
Comunque non deludono davvero mai!

CD con artwork molto semplice, un paio di foto della band, testi delle canzoni e credits dettagliati per ogni pezzo.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Bing [Bot] and 3 guests