Julia Holter

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
Starn
Posts: 3686
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Julia Holter

Post by Starn » 11 Oct 2015 22:03

Qualcuno lo ha ascoltato bene questo? Non fosse per l'eccessiva sofisticatezza saremmo al cospetto di uno dei dischi del decennio per me.

Image

P.s. non si tratta di una riedizione strana di Closer come potrebbe far credere la copertina.
Last edited by Starn on 11 Oct 2015 22:07, edited 1 time in total.
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
WCephei
Posts: 886
Joined: 03 Oct 2013 15:12

Re: Julia Holter

Post by WCephei » 12 Oct 2015 11:50

Starn wrote:Qualcuno lo ha ascoltato bene questo? Non fosse per l'eccessiva sofisticatezza saremmo al cospetto di uno dei dischi del decennio per me.
ha tutte le credenziali per diventarci
In una dimensione parallela Juliane Werding e i Münchener Freiheit hanno fatto una canzone insieme dal nome di "Milch und Honig"......, alcuni superstiti raccontano che il muro di Berlino si era liquefatto.

User avatar
Biascica
Posts: 344
Joined: 05 Jan 2015 19:37

Re: Julia Holter

Post by Biascica » 12 Oct 2015 19:05

Oggi ho ascoltato il precedente "Loud City Song". Bellissimo. Forse come dici te c'è solo una sofisticatezza ingiustificata, ma per il resto che roba!
One drive to stay alive

User avatar
Scavenger
Posts: 348
Joined: 07 Mar 2009 21:45

Re: Julia Holter

Post by Scavenger » 13 Oct 2015 14:23

Bellissimo anche per me, lei in generale mi piace e sono del parere che la sofisticatezza di cui parlate sia commisurata alla formazione e alle capacità dell'artista. Aspetto solo la "risposta" di Joanna Newsom.

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1744
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Julia Holter

Post by Homunculus1510 » 15 Oct 2015 00:05

Oddio, io non ci sento neanche troppa sofisticatezza come dite voi, per me è solo straight-up bellissimo. Ecco, l'unico momento è quando entra il sax in una canzone di cui non ricordo il titolo nella prima metà, ha un sapore troppo anni '80 che mi repelle. Però è un momento, magari ci faccio l'orecchio e non mi peserà neanche.
Ad ogni modo, spero che Joanna non la leakino per un po', perché questo lo consumo.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Biascica
Posts: 344
Joined: 05 Jan 2015 19:37

Re: Julia Holter

Post by Biascica » 17 Oct 2015 19:33

Io l'ho ripresa dal primo album. Con lei sono entrato in quello stato di beatitudine in cui vuoi solamente apprezzare al massimo ogni album, capirli, senza pensare a fare le abbuffate.

Tragedy del 2011 è un album enorme. Un noir con un poco di elettronica, dark ambient e colonne sonore di film muti. Mi ha ricordato Andy Stott, sia per il mood, sia per l'uso degli strumenti e anche per la voce (vagamente simile a quella di Alison Skidmore che vocheggia negli album di Stott). Non c'è forma-canzone pop qui. Sorprendente.
One drive to stay alive

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1744
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Julia Holter

Post by Homunculus1510 » 17 Oct 2015 21:19

Biascica wrote:Tragedy del 2011 è un album enorme. Un noir con un poco di elettronica, dark ambient e colonne sonore di film muti. Mi ha ricordato Andy Stott, sia per il mood, sia per l'uso degli strumenti e anche per la voce (vagamente simile a quella di Alison Skidmore che vocheggia negli album di Stott). Non c'è forma-canzone pop qui. Sorprendente.
Wat? Scarico immediatamente.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

simoirs
Posts: 2205
Joined: 07 Mar 2013 21:18

Re: Julia Holter

Post by simoirs » 17 Oct 2015 21:33

Mi avete convinto ad ascoltarlo e a primo ascolto è un album valido con tanto da approfondire e scoprire. Qualche giorno glielo dedico.

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1744
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Julia Holter

Post by Homunculus1510 » 18 Oct 2015 20:01

Biascica wrote:Tragedy del 2011 è un album enorme. [...] Non c'è forma-canzone pop qui.
Ed è per questo che un primo approccio non mi ha lasciato estasiato come il primo ascolto di Have You in My Wilderness. Però di certo non è un disco scarso o brutto, e il fatto che venga dalla stessa artista è veramente incredibile.
Biascica wrote:Sorprendente.
Ipse dixit.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Starn
Posts: 3686
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Julia Holter

Post by Starn » 21 Oct 2015 13:03

L'amica che sono andato a trovare a Oslo se la va a vedere e noi qui in Italia invece di nuovo a secco. Continuiamo a farci le solite domande...
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Messer Dino Compagni, Sanzen and 47 guests