Puscifer – Existential Reckoning

Puscifer – Existential Reckoning

Soporifero. C’è poco di cui eccitarsi riguardo Existential Reckoning, il nuovo album dei Puscifer di Maynard James Keenan. Se, ingiustamente, qualcuno ha ritenuto povera la sua prova in Fear Inoculum, qui siamo davanti a un’inconsistenza – di inventiva, ingegno, ispirazione – davvero preoccupante. A partire da “Bread and Circus” e continuando con “UPGrade” si ha l’impressione che la metrica dei versi e la scansione sillabica sia spesso un riciclo della ben migliore “Disillusioned” tratta da Eat the Elephant. Si è già avuto modo di discutere riguardo i due singoli che appaiono persino più deboli del passato. In particolare “The Underwhelming” soffre di una struttura che si appoggia troppo sul ritornello e sembra che la scrittura del brano sia stata affrettata. Le due tracce che seguono sono a dir poco piatte e le incursioni di Carina Round, che in passato aveva contribuito a realizzare alcuni dei momenti più efficaci del progetto risulta un po’ sottotono. Rialza un po’ l’asticella “Bullet Train to Iowa” che unisce i suoni light industrial del primo EP alla chitarra baritona degli ultimi lavori. Si ha l’impressione che Mat Mitchell sia bravo ad abbozzare idee, ma non riesca mai a dare un senso di progressione che è lecito aspettarsi. Certo, la sezione ritmica non aiuta. “Personal Prometheus” si aggancia agli episodi più riflessivi del progetto Puscifer e risulta uno dei brani più convincenti del disco. Segue “A Singularity” che beneficia di una struttura vagamente trip hop. I brani che seguono sembrano non aggiungere nulla a quanto ascoltato finora. “Fake Affort” in certi frangenti è persino imbarazzante, e non crediamo Maynard possa più permettersi testi del genere. È difficile capire a chi sia rivolto questo disco, e cosa passi per la testa del nostro idolo. Meglio rivolgere altrove i propri ascolti.

di Stefano Romano

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi