Ultima chiamata per rientrare là fuori

#DonaldDraper, #AlexTurner, #AnimalCollective, #SophiaCoppola, #BillHicks, #HouseOfCards, #TheRainsOfCastamere, #SufjanStevens, #LetteraturaRussa, #BeatGeneration, #TheHighLine, #ScrittoriGiapponesi, #Pavement, #YehudaBerg, #Heisenberg, #CoenBros, #CapireBruceSpringsteen, #CapireDavidBowie, #TheAmericans, #Quiksilver, #RynekGłówny, #ElliottSmith, #RomanziGotici800, #Sodermalm, #BurialNonEsiste, #VivaAnnaCalvi, #TimothyLeary, #VascoRossiMerda, #WoodyGuthrie, #FrancisScottFitzgerald #SeiForteJMascis, #JonathanSafranFoer, #KeepCompany, #Murmur,#TheDreamOfThe90sIsAliveInPortland, #TenenteCooper, #Hana-Bi, #BrianWeiss, #JuanSebastianVeron, #BrianJones, #MidnightInParis, #UFleku, #EzraKoenig, #VeniceBeach, #GaragisteWine, #RIPAdamMCA, #AlexaChung, #CapireVeramenteBobDylan, #CapireVeramenteZdenekZeman, #FabricLondon, #AnnoBirkin, #SposeròEllenPage, …

L’amara verità è che saperne sempre un pacco in più rispetto al tuo coetaneo con cui un tempo condividevi tutto, dallo stile ai valori della vita, dal come spendere i soldi ai sogni sul come eventualmente usarli in caso di grossa vincita al Superenalotto, ma dal quale poi ti sei fortunatamente distaccato per crescere secondo le tue passioni, non ti renderà più felice.

le-renard-et-l-enfant-le-renard-et-l-enfant-the-fox-and-the-child-12-12-2-7-g

Anzi, ti allontanerà sempre di più dal centro. Non sarai più cool del tuo competitor a lavoro, in amore, o quando passi davanti al bar dove si ritrovano tutti solo perché ti ricordi l’ultimissima scena di Twin Peaks o perché hai comprato Person Pitch di Panda Bear e ne hai imparato a memoria i testi. Quando parli con uno di loro, è come se non valessero più nulla le ore passate col laptop a scaldarti le cosce mentre guardavi una dopo l’altra le puntate di House of Cards, in Inglese con sottotitoli in Inglese. Non ti servirà a niente conoscere intere discografie di artisti indie che in Italia conosciamo tu, io e i nostri rispettivi animali domestici, oltre a qualcuno là fuori che credi di riconoscere incrociando sguardi ai concerti o in libreria, o al pub, quando ti ritrovi seduto di fronte un tipo che non conoscevi e che cerchi di scrutare dentro perché ti pare in gamba, ma che poi scopri essere solo un emerito sfigato che è andato a vedere Roger Waters allo stadio e pensa di aver capito tutto dalla vita. E che magari ordina un prosecco industriale come aperitivo. Smettila di idealizzare anche le ragazze, a nessuna interessa sapere la triste storia di Elliott Smith.
C’erano una volta i forum dove potevi sviscerare i mille significati dei testi di Maynard Keenan manco fossi uno studioso di QBLH, o dove puoi ancora commentare la brillantezza delle battute dell’ultima puntata della Serie TV del cuore. Ma finisce lì, anche perché puoi stare sicuro che non incontrerai alcun membro della Sterling & Cooper e nessun discendente della famiglia Stark per strada. Sei tu che puoi essere come loro, per qualche minuto nel tragitto casa-lavoro, se ti sforzi con convinzione. Puoi twittare e postare su Facebook quanto ti pare riguardo alla tua ultima sensazionale esperienza, tanto ogni volta finisci per pentirtene. Mettiti il cuore in pace, siamo in pochi a essere così come siamo. Troppo pochi da queste parti. Essere più figo in realtà non ti renderà più figo. Anzi, più ne sai e più diventi intollerante e antipatico. Non approfondire e non cercare di guardarti troppo dentro quando sei davanti allo specchio, se vuoi essere apprezzato là fuori. Magari ancora non avverti tale pericolo, in caso non giubilare: “Trouble Will Find You“. Altrimenti se stai cercando i tuoi simili, buona fortuna. Fai prima a fermarti qui però. Scendi, smetti di vivere indie, di cercare nuovi autori o di fare il metallaro hipster. Ti è concesso di campare di ricordi degli idoli che fin qui hai conosciuto. Come hanno fatto quelli della generazione precedente che si sono fermati quando è morto Kurt: tu almeno ti puoi ritirare dopo aver sapendo che Burial in realtà non esiste. Cambia guardaroba progressivamente, ma comincia subito se vuoi rientrare in società. Oppure fatti vivo.

  • Azrael

    una specie di beata ignoranza?

  • Totemto

    Gran bel post Daniele, veramente pieno di significato, soprattutto per l’utenza di dyr?.

    Non capisco però se dobbiamo vederlo come critica a quello che ti/ci sta attorno o più come una chiamata nei confronti di chi può capire davvero tutto ciò che hai citato.

    Certo è che questo modo di essere porta a una difficoltà comunicativa inevitabile, che sfocia o in discussione accesa o in una rassegnata accettazione…come hai detto il “saperne di più”, senza voler fare i supponenti, è un peso più che un aiuto.

    #SposeròEllenPage….