Ke$ha, ovvero vita e frequentazioni di una bohémienne dal futuro

keshaATTENZIONE – secondo dichiarazioni ritenute attendibili “il logo del nome di questa cantante ha molti riferimenti pseudo nazisti”, sconsigliamo dunque ad un pubblico sensibile la lettura di ciò che segue.

In genere non mi ritrovo spesso a fare dietrologia sulla valanga di musica elettropop prodotta nell’arco dei mesi: semplicemente ci si ritrova nei club a ballarla, o a cantarla – ché questo tipo di musica, per mezzo di un innatismo spietato costitutivo del nostro intelletto, la si riconosce sempre.
Questa volta però si vuole fare un’eccezione. Immersa fin da piccola nel mondo della musica e dello spettacolo grazie alla madre, la giovane Ke$ha diventa subito una grande celebrità; forse grazie ad una Katy Perry sempre più inadeguata (leggi “inutile”), nonché una Lady Gaga che riceve sempre meno attenzioni rispetto al fortunato esordio. Scandalo dopo scandalo la ragazzaccia di Los Angeles riesce a ritagliarsi un suo spazio personale fra le grandi star dello scenario pop contemporaneo. Gli episodi che la vedono protagonista iniziano improvvisamente a quadruplicarsi: dalle foto che la ritraggono mentre piscia sulla strada ai vaneggi di una Fiorella Mannoia più carica che mai (lo sanno tutti che Ke$$ha è una ma$one aleata coi rettillianni!!!!

kesha pipiSembra inoltre che la cantante abbia fatto sesso con un ectoplasma e che questa esperienza l’abbia spinta a comporre una canzone (“Supernatural”, appunto).

Eppure a me la tipa cafona che spazzola i denti col Jack Daniel’s piace, e non sono l’unico. Fra i credits del nuovo Warrior leggo il nome di will.i.am, Iggy Pop, Patrick Carney, Casablancas e Wayne Coyne, lo storico frontman dei Flaming Lips! Questo “Ke$ha and heady fwends” non è affatto orribile, e soprattutto non è pretenzioso. Insomma, tutto Ke$ha&Trash, e acidi.

  • Kesha Rose Sebert

    Ke$ha non si tocca capito è la mia cantante preferita,il mio IDOLO la amo con tutto il mio cuore!!