tool

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
WCephei
Posts: 926
Joined: 03 Oct 2013 15:12

Re: tool

Post by WCephei » 03 Dec 2023 12:53

Messer Dino Compagni wrote: 03 Dec 2023 12:14 Beh, oddio in forma-forma non proprio, però è un colosso quindi ci sta un po' di tonnellaggio residuo. Si dice però fosse una macchina da guerra da flessioni fino a qualche anno fa, ora non so, ma penso segua degli allenamenti specifici per evitare crampi in canzoni come The Grudge. Tra l'altro mi sono imbattuto in un podcast con Blair McKenzie Blake di qualche anno fa e non si ricordava nemmeno che album avessero fatto dopo Lateralus: they're all the same to me. Quindi TOOL è un modo di suonare, non una band.

Dopo anni mi sono ripromesso di imparare Rosetta Stoned alla chitarra. E' veramente un pezzo fighissimo da suonare e lì capisci cos'è che rende grande Adam Jones e i Tool in generale: fanno sempre la solita cosa ma in modo sempre diverso, con delle variazioni minime ma molto articolate. E' tutto un enorme cubo di Rubik di sezioni ritmiche.
Interessante l'intervista. Ci sta. Alla fine siamo noi fan a sviscerare, classificare e indicizzare storicamente il loro lavoro. Loro la vivono in maniera più fluida, un grosso calderone di jam sessions che rinnovano di continuo live. Forse solo Sober e compagnia le sentono legate a una certa fase della loro vita o a un certo ambiente musicale (epoca MTV, grunge, festival di giorno). Cioè gli esordi. Poi si può discutere quando nasce lo "stile tool" e quel songwriting più espansivo che ci ha folgorato.

Adam era già innovativo nei '90 ma si è saputo rinnovare di continuo per accomodare la transizione dal formato canzone a quella di suite barocca che li ha catapultati in aria rarefatta. In alcuni punti dell'ultimo disco (vedi certi punti di Invincible) mi pare un pò ostinato, "poco arieggiante" con alcune scelte che avrebbe fatto diversamente in passato ma, anche ciò fa parte di una sua evoluzione.

Essendo pur'io chitarrista (ex da 10 anni ormai), oltre a groovey/ritmico (come hai notato tu) definirei lo stile di Adam: minimalista-parsimonioso con una bella dose di espressionismo. Un tratto che lo distingue dalla scena post-rock e lo avvicina più al noise-industrial. A me fà piacere, da ascoltatore, che abbia mantenuto quell'impulsività chitarristica e quel gusto che artisti più cervellotici perdono (specie nel prog e nel post-rock). Un unicum di Adam.

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 44212
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: tool

Post by AFX » 03 Dec 2023 17:39

Poi si può discutere quando nasce lo "stile tool" e quel songwriting più espansivo che ci ha folgorato.
Nasce con Aenima, ma non venne completato e sfruttato in tempo per l'uscita di Aenima, in cui vi è solo in parte.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2612
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: tool

Post by Messer Dino Compagni » 03 Dec 2023 19:45

Si. Probabilmente da quando é arrivato Justin per come li conosciamo. Mi pare che il suo primo riff da songwriter sia stato 46&2. Sarei stato curioso di sentirli anche con Paul, ma pare volesse fare cose più sperimentali e Maynard non ha mai digerito si uscisse troppo dalla forma canzone. E non sarebbero nemmeno così popolari.
Sulle dinamiche da 10k days in poi Maynard ha sempre dichiarato che la testardaggine dei 3 in sale prove é insopportabile e non si può dargli torto che i Tool sono l'epitome di "ciurlare nel manico". Da un lato si deve dargli atto che hanno fatto al meglio quello che sanno e vogliono fare, dall'altro che non si sono spinti in altri territori. Fear Inoculum é spingere all'estremo il loro essere Tool per quanto riguarda la forma-album che andava nei '90 e primi '00. 6 pezzi, un rimpasto con punti di assoluta eccellenza e anche piccoli sprazzi di "lasciarsi andare" (assoli di Descending e 7empest), così denso da dover lasciare fuori gli intermezzi dalla versione CD. Molto analogico e controllato, con alcuni momenti dove senti la pesantezza di queste jam infinite, dove tutti suonano un tempo diverso per poi ritrovarsi. Va anche apprezzata la scelta di Maynard di non appesantire ulteriormente quei momenti: li lascia fare. Ma oltre a questo cosa possono fare? Un altro album dei Tool, se ne rimane il tempo.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

Try to lull us in before the havoc begins into a dubious state of serenity
Acting all surprised when you're caught in the lie
It's not unlike you

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 44212
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: tool

Post by AFX » 03 Dec 2023 22:33

Paul, ma pare volesse fare cose più sperimentali e Maynard non ha mai digerito si uscisse troppo dalla forma canzone.
no aspetta, la questione è diversa... Paul voleva rimanere nella forma canzone, Adam e Danny volevano andare verso i King Crimson e i Tool come li conosciamo oggi. Paul è rimasto in buoni rapporti con Maynard, un po' meno con Adam e Danny
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2612
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: tool

Post by Messer Dino Compagni » 03 Dec 2023 23:11

Sono andato a leggere. Pare volesse fare la seconda chitarra e ha portato un altro bassista e Adam lo ha cacciato.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

Try to lull us in before the havoc begins into a dubious state of serenity
Acting all surprised when you're caught in the lie
It's not unlike you

User avatar
psyco_naut
Posts: 140
Joined: 09 Nov 2023 15:29

Re: tool

Post by psyco_naut » 04 Dec 2023 15:26

Messer Dino Compagni wrote: 03 Dec 2023 19:45Ma oltre a questo cosa possono fare? Un altro album dei Tool, se ne rimane il tempo.
Sarei felice di un 10000 days parte due.
Se danno più spazio a Justin qualche botto lo sentiamo.

User avatar
Tyler Durden
Posts: 1811
Joined: 15 Jan 2009 11:28

Re: tool

Post by Tyler Durden » 19 Dec 2023 13:02

A Firenze il 15 giugno, altra votla il Firenze rocks

User avatar
WCephei
Posts: 926
Joined: 03 Oct 2013 15:12

Re: tool

Post by WCephei » 19 Dec 2023 14:24

AFX wrote: 03 Dec 2023 17:39
Poi si può discutere quando nasce lo "stile tool" e quel songwriting più espansivo che ci ha folgorato.
Nasce con Aenima, ma non venne completato e sfruttato in tempo per l'uscita di Aenima, in cui vi è solo in parte.
Aenima come incontro tra passione grezza e straripante energia,discesa negli inferi e primi tentativi cristallini di elevazione. Maynard era immerso in certe letture e poi mi pare che Danny in quei live sparuti del '95 che fecero solo in California, pre-uscita di Aenima, già stava iniziando a dilettarsi con le tabla indiane, electro-drum etc.. (ampliando il suo kit live).
Messer Dino Compagni wrote: 03 Dec 2023 19:45 Fear Inoculum é spingere all'estremo il loro essere Tool per quanto riguarda la forma-album che andava nei '90 e primi '00. 6 pezzi, un rimpasto con punti di assoluta eccellenza e anche piccoli sprazzi di "lasciarsi andare" (assoli di Descending e 7empest), così denso da dover lasciare fuori gli intermezzi dalla versione CD. Molto analogico e controllato, con alcuni momenti dove senti la pesantezza di queste jam infinite, dove tutti suonano un tempo diverso per poi ritrovarsi. Va anche apprezzata la scelta di Maynard di non appesantire ulteriormente quei momenti: li lascia fare. Ma oltre a questo cosa possono fare? Un altro album dei Tool, se ne rimane il tempo.
psyco_naut wrote: 04 Dec 2023 15:26
Messer Dino Compagni wrote: 03 Dec 2023 19:45Ma oltre a questo cosa possono fare? Un altro album dei Tool, se ne rimane il tempo.
Sarei felice di un 10000 days parte due.
Se danno più spazio a Justin qualche botto lo sentiamo.
Non ricordo bene ma qua dentro anni fa oppure sul forum 3rdEye qualcuno diceva che servirebbe un disco pieno di Intension o di Wings come ultimo step.

Danny parlava di FI come un bel mattone di alto minutaggio sin dal 2014, quindi l'orientamento già ben delineato.
Con Culling Voices sono riusciti magistralmente a riprendere certe sonorità. Poi è chiaro che tirare fuori dal cilindro ancora roba dell'altro mondo tipo Reflection o le Wings è difficile perchè non si è sempre in un momento di vita significativo in cui hai ispirazione e commozione da propellente.
Cosa potrebbero fare per un ipotetico prossimo disco? Se allentano un pò la tensione e dilatano i tempi sarebbe interessante. Essi, un Justin più capotreno darebbe diversi input.

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 44212
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: tool

Post by AFX » 19 Dec 2023 15:46

Tyler Durden wrote: 19 Dec 2023 13:02 A Firenze il 15 giugno, altra votla il Firenze rocks
è ovvio che se sto in Italia in quei gg, anche all'ultimo minuto, anche da lontano, ci vado
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
hyperion
Posts: 147
Joined: 15 Mar 2018 12:14

Re: tool

Post by hyperion » 20 Dec 2023 10:07

AFX wrote: 19 Dec 2023 15:46
Tyler Durden wrote: 19 Dec 2023 13:02 A Firenze il 15 giugno, altra votla il Firenze rocks
è ovvio che se sto in Italia in quei gg, anche all'ultimo minuto, anche da lontano, ci vado
Esatto. Io saro' in Italia proprio in quei giorni in teoria, quindi ci si vede li.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Percy and 2 guests