Referendum costituzionale 2016

per chi non si è già trasferito su Urano

Scelta di voto

SI
12
57%
NO
8
38%
VOTO NULLO
0
No votes
NON VADO A VOTARE
1
5%
 
Total votes: 21

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40576
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by AFX » 25 Nov 2016 20:59

Starn wrote:Tantissimi miei coetanei mi continuano a dire che non andranno a votare perché per loro votare o no non fa nessuna differenza. Come gliela spiegate questa cosa voi?
La farà eccome la differenza... se vince Renzi è legittimato a continuare quello che sta facendo, se perde ti toccano i grillini
poi vedi se cambia in peggio
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Starn
Posts: 3687
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Starn » 25 Nov 2016 21:01

AFX wrote:
Starn wrote:Tantissimi miei coetanei mi continuano a dire che non andranno a votare perché per loro votare o no non fa nessuna differenza. Come gliela spiegate questa cosa voi?
La farà eccome la differenza... se vince Renzi è legittimato a continuare quello che sta facendo, se perde ti toccano i grillini
poi vedi se cambia in peggio
Ma questi non sono neanche a questo livello, pensano che un voto non cambi niente e quindi loro a 'sto punto non votano perché "ci penseranno gli altri a fare la differenza"
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

toolipano
Posts: 3273
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by toolipano » 26 Nov 2016 09:18

comunque la si pensi sul referendum, le argomentazioni dell'Economist sono penose. Da giornaletto proprio :sick:
"Ecco, i Tool hanno fatto un capolavoro e tre Catherine Deneuve." [cit. Alka]

User avatar
Azrael1793
Posts: 998
Joined: 07 Jan 2012 01:43

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Azrael1793 » 26 Nov 2016 12:18

"Not Knowing What Is And Is Not
Knowing, I Knew Not"
Twittah

User avatar
Decades
Amministratore
Posts: 15877
Joined: 02 Jan 2009 22:21
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Decades » 26 Nov 2016 12:36

Io continuo a non capire cose. Ad esempio se è così
L’attuale Costituzione prevede un solo referendum sulle leggi, quello abrogativo, che cioè chiede di cancellare leggi già approvate. Si basa su due parametri: raccolta di 500 mila firme e superamento del quorum per l’approvazione che è fissato al 50 per cento più uno. La riforma Boschi mantiene il limite delle 500 mila firme per la proposta di un referendum dando l’eventualità a chi ne raccoglie 800 mila di non doversi misurare con il quorum tradizionale ma con un quorum calcolato sulla base dei votanti delle elezioni politiche precedenti. Infine, la riforma lascia aperta la possibilità di introdurre referendum propositivi, cioè per proporre nuove leggi (oggi invece i referendum possono solo confermare o abrogare leggi già approvate). La riforma non li introduce, ma rinvia a una legge costituzionale la loro possibile introduzione.
Perché la gente urla allo scandalo? Dov'è il problema del raccogliere 300mila firme in più per avere una possibilità che i soldi che si spendono per un referendum servano a qualcosa, visto che la gente a votare non ci va?
Last edited by Decades on 26 Nov 2016 12:36, edited 1 time in total.
Image

User avatar
Starn
Posts: 3687
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Starn » 26 Nov 2016 14:49

Io devo ammettere che ormai sono per il "Sì" in maniera molto convinta dopo aver letto tanti articoli cercando tra le fonti più varie. Ma poi non bastava guardare un attimo quali politici erano per il "No"?
Last edited by Starn on 26 Nov 2016 14:50, edited 1 time in total.
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
Panda Bear
Posts: 969
Joined: 23 Nov 2011 20:59

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Panda Bear » 27 Nov 2016 11:46

Starn wrote:Io devo ammettere che ormai sono per il "Sì" in maniera molto convinta dopo aver letto tanti articoli cercando tra le fonti più varie. Ma poi non bastava guardare un attimo quali politici erano per il "No"?

Pensa che io sono indeciso proprio a vedere i politici che sono per il Sì: Verdini, Alfano, Casini, De Luca, ecc.

Il problema è proprio questo, che se uno vuole cercare un motivo per prendere una posizione (che sia Sì o No) trova sempre pro e contro.
Sia vedendo i politici schierati, sia leggendo i contenuti del referendum.

Io resto ancora indeciso.

Image
Æventi Facebook
Æventi website

Last.fm

Anything can happen in life... especially nothing

User avatar
Decades
Amministratore
Posts: 15877
Joined: 02 Jan 2009 22:21
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Decades » 27 Nov 2016 12:09

La mia indecisione al momento è basata sul fatto che non mi convince del tutto la cosa sul bicameralismo, le altre cose le trovo anche sensate. Fosse possibile votare per i singoli punti, ad oggi voterei sì a tutto tranne che a quello. Però furbescamente ci mettono a votare tutto il pacchetto.

Non so, da un lato penso che se vincesse il no in un caso potrebbero esserci conseguenze e potrebbe salire al potere quell'altra gente lì. Nell'altro, se invece restasse Renzi, si troverebbe lo stesso una formula differente per ottenere gli stessi risultati che avrebbero ottenuto con il sì.

In fondo, la solita porcheria di quando ci si reca alle urne.
Image

User avatar
Decades
Amministratore
Posts: 15877
Joined: 02 Jan 2009 22:21
Contact:

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by Decades » 27 Nov 2016 12:29

Questo post di Francesco Costa è interessante http://www.francescocosta.net/2016/11/2 ... tituzione/
Estratti
Una vittoria del No farebbe fuori il governo Renzi, che sarebbe sostituito probabilmente da un governo Franceschini o Delrio o Tizio o Caio sostenuto dalla stessa maggioranza che oggi sostiene il governo Renzi. Se si andasse a votare subito, la legge elettorale garantirebbe con assoluta e matematica certezza la nascita di un altro governicchio di larghe intese, il quarto consecutivo.
[...]
Cos’altro succederebbe con una vittoria del No? Un’intera anziana e vastissima generazione politica si guadagnerebbe il diritto a un ultimo giro di giostra: da Brunetta a D’Alema, da Bersani a Berlusconi, da Maroni a Monti, da Gasparri a Fassina, persone che hanno fatto in modi diversi la storia della Seconda Repubblica e ora sono sul punto di uscirne, come fisiologicamente accade in ogni democrazia, conquisterebbero nuova centralità e vitalità nei loro partiti e quindi nel paese.
Cosa succederebbe in caso di vittoria del Sì, invece? Sarebbe una grande vittoria politica di Renzi, questo è fuori discussione: ed è stato sciocco, peraltro, chi ha permesso che potesse intestarsela quasi da solo dopo un percorso parlamentare così lungo, concertato e collegiale. Ma Renzi non diventerebbe il padrone di niente: tanto che oggi persino i suoi avversari nel PD lo accusano di aver promosso una legge elettorale senza pensare che il suo meccanismo di ballottaggio rischia di favorire il Movimento 5 Stelle. Alle prossime elezioni, poi, tutti sarebbero ovviamente liberi di votare contro Renzi e contro il PD. Cosa sarebbe cambiato, nel frattempo? Che la vittoria del Sì dentro la minoranza del PD e i partiti di opposizione avrebbe accelerato – invece che arrestarli – quei fisiologici percorsi di trasformazione e rinnovamento.
Image

User avatar
TheCloud
Posts: 325
Joined: 23 Sep 2012 17:05

Re: Referendum costituzionale 2016

Post by TheCloud » 27 Nov 2016 16:33

Un altra lettura fortemente consigliata, per chi è ancora indeciso e vorrebbe informarsi con qualche numero in più e qualche slogan in meno:

Code: Select all

http://www.glistatigenerali.com/legislazione/il-si-al-referendum-spiegato-con-i-numeri/
Cito:
Per quanto riguarda l’elezione dei futuri Senatori il testo della riforma non pone difficoltà di interpretazione (ricordo che le leggi elettorali non sono in Costituzione, ma lo sono i principii che sottengono alle stesse). Pertanto sappiamo (art. 57 comma 5 e 6) che i Consigli Regionali sceglieranno “fra i propri componenti” i Senatori con metodo proporzionale e in un altro comma “in conformità alle scelte degli elettori”. Appunto “in conformità alle scelte degli elettori”, non di altri.
Infine continuando nel merito della riforma taluni penseranno che siano poca cosa l’obbligo di trasparenza, la premialità per le Regioni virtuose, la parità di genere, il vaglio preventivo da parte della Corte Costituzionale delle leggi elettorali, l’abrogazione del CNEL, il divieto di rimborso ai gruppi consiliari regionali (ricordo che la maggior parte degli scandali degli ultimi anni nasce proprio da lì), il tetto posto agli emolumenti dei consiglieri regionali che non potranno superare quelli del sindaco del capoluogo di riferimento.
Se incontrate il Buddha per la strada, uccidetelo

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests