Politica Internazionale

per chi non si è già trasferito su Urano
User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 1799
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Politica Internazionale

Post by Messer Dino Compagni » 15 Dec 2017 11:53

E' sicuramente uno dei problemi ma solo di facciata. Di certo la politica non è entertainment.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
Starn
Posts: 3536
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by Starn » 15 Dec 2017 13:58

Fine della Net Neutrality negli states quindi?
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

simoirs
Posts: 2192
Joined: 07 Mar 2013 21:18

Re: Politica Internazionale

Post by simoirs » 15 Dec 2017 15:35

Il voto è passato, ora vedremo per quanto gli ISP manteranno la parola data di non fare scorrettezze.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 39607
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by AFX » 16 Dec 2017 09:13

questione immigrati:
se slovacchia, rep ceca, ungheria, bulgaria, polonia non accettano il ricollocamento nei loro paesi, fuori dai coglioni dell'Europa. Non ci servono, già si stanno prendendo fin troppi soldi comunitari, già si stanno prendendo troppe fabbriche italiane, francesi, tedesche. Facciamoli uscire, così la Panda poi torna in Italia o va in Portogallo.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
AripRne
Posts: 534
Joined: 12 Jun 2014 18:57
Location: Cervia
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by AripRne » 16 Dec 2017 17:07

AFX wrote:
16 Dec 2017 09:13
questione immigrati:
se slovacchia, rep ceca, ungheria, bulgaria, polonia non accettano il ricollocamento nei loro paesi, fuori dai coglioni dell'Europa. Non ci servono, già si stanno prendendo fin troppi soldi comunitari, già si stanno prendendo troppe fabbriche italiane, francesi, tedesche. Facciamoli uscire, così la Panda poi torna in Italia o va in Portogallo.
io continuo a pensare che l'unico futuro dell'Europa (intesa non come istituzione bensì come territorio e insieme di popoli) sia trovare metodi di aggregazione piuttosto che tornare ad una frammentarietà che siamo riusciti a superare solo a costo di 2 guerre mondiali. Sono d'accordo che questo sia un problema, ma minacciare di cacciarli fuori significherebbe per la stessa Europa perdere credibilità, e già siamo in un momento difficilissimo sotto questo punto di vista. Tra l'altro così non si fa altro che il gioco delle varie destre estreme, che restano il male peggiore della politica nonostante lo schifo che dilaga dappertutto indisturbato

detto questo le loro posizioni sull'immigrazione sono a dir poco scandalose, ma se se lo possono permettere gli americani, perché non anche loro?
C I N O B A L A N O S + Kimono Lights

> For Change is what we are, my child <

«Finalmente l'orizzonte torna ad apparirci libero, pur ammettendo che non è sereno.» - Nietzsche

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 39607
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by AFX » 16 Dec 2017 19:39

Scusami ma se non prendono nemmeno gli immigrati, che danno all'Europa paesi come questi, che tra l'altro come nel caso della Polonia, nemmeno adottano l'Euro?

Da noi loro:
Prendono fondi, ok
Prendono il lavoro che portano aziende medie e grandi francesi, tedesche, italiane, olandesi, danesi, che vanno a produrre là perché c'è un costo del lavoro nettamente più basso, ok

A noi loro:
inviano merce liberamente che nei loro paesi è prodotta a costi più bassi, a prescindere dalla qualità

Noi che prendiamo da loro? La libertà di andare a spendere soldi nei loro paesi e basta
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Starn
Posts: 3536
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by Starn » 17 Dec 2017 06:18

Si continua #Trump:

Code: Select all

https://video.repubblica.it/dossier/trump-presidente/trump-abolisce-i-termini-scientifici-zucconi--un-altro-passo-verso-il-nuovo-medioevo-americano/292527/293139?ref=vd-auto&cnt=1
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 39607
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by AFX » 21 Dec 2017 09:37

(starn, non commento su FB perché ho gente che mi legge e pensa male)

l'UE ha minacciato la Polonia e ha fatto bene, ma in generale questi paesi dell'ex blocco sovietico non possono fare come gli pare e intanto prendere i fondi. Facessero una loro confederazione e ci lasciassero in pace altrimenti.
Sti morti de fame vogliono la destra estrema, e l'unico benessere che stanno vivendo in questi ultimi anni - che è molto relativo alle 3-4 grandi città ed è portato dalle fabbriche delle multinazionali come Lipton, Philip Morris, Fiat e altri che ci sono andati a produrre - è dato dai nostri soldi. Sennò stavano al 1987.
Se vivessero di ciò che producono con le loro menti geniali, ...

Siamo andati a portare sviluppo là ed ecco cosa otteniamo in cambio. Solo prendere, niente dare. Neanche adottano l'euro.

Rivalutate la Romania che si comporta meglio di questi.

Facciamo l'Europa vera iniziale senza sti paesi sanguisuga.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Starn
Posts: 3536
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Politica Internazionale

Post by Starn » 21 Dec 2017 14:58

Purtroppo un po' mi devo trovare d'accordo, per questo ti avevo taggato
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
Alfa87
Salon des Refusés
Posts: 747
Joined: 26 Nov 2009 20:27

Re: Politica Internazionale

Post by Alfa87 » 17 Jan 2018 20:32

oh man...
volevo scrivere qualcosa su Trump nei giorni scorsi ma è impossibile stare dietro alla faccenda in modo rigoroso. difatti, mi chiedevo che immagine si possa dedurre del tizio basandosi solo sui titoli dei giornali europei e uno magari pensa, ok, è un pezzo di merda retrogrado ma qualcosa saprà fare, no? ma col sarcazzo. la cosa di cui non sono sicuro è se si capisca o meno il fallimento di Trump non solo come personaggio sociale/politico, ma anche solo come essere umano. non sa niente, non capisce niente (forse qualcosa di mercato immobiliare ma anche no), non ha una famiglia vera, non ha amici... e capisco come tutto questo non sia una novità, ma anche solo a dare un'occhiata distratta ogni tanto, la sensazione è di un disastro oltre le stime. c'è chi lo paragona a presidenti del 1800 o di un secolo fa.

fra l'altro, è uscito il libro sul suo primo anno di presidenza, Fire and Fury di Michael Wolff, che conferma un principio di Trump: non è quello che sembra, è anche peggio.

mentre l'indagine sulla collusione con la Russia va avanti silenziosa (e quando arriverà alla fine, io credo sempre che sarà uno shitstorm epocale), la partita ora si svolge sulle elezioni locali e anche se non sembra, gli americani stanno reagendo: il mese scorso c'è stata la poetica vittoria di Doug Jones in Alabama contro il pedofilo, finto cowboy Roy Moore (oltre che razzista, omofobo, sessista e tutto quello che volete) e anche se ha vinto solo di un 1,5%, è stata una mossa decisiva sulla scacchiera (è pur sempre l'Alabama, mica Washington). ma anche il partito repubblicano sta agendo e boy, oh boy se non è il partito nazista redivivo o qualcosa del genere. a prova continua del fatto che gli Stati Uniti hanno dei seri problemi culturali da risolvere e ci vorranno decenni, mentre qualcun altro prende il loro posto

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest