Politica Italiana

per chi non si è già trasferito su Urano
User avatar
TheCloud
Posts: 321
Joined: 23 Sep 2012 17:05

Re: Politica Italiana

Post by TheCloud » 12 Jan 2018 11:50

toolipano wrote:
12 Jan 2018 09:48
rick81 wrote:
11 Jan 2018 17:53
Ma brexit è stato un disastro per Londra?
e dai rick, non fare come Salvini e soci adesso... brexit non è nemmeno iniziata! Gli effetti, che io da umile osservatore e scienziato politico da 4 soldi prevedo poco simpatici, secondo me li pagheranno nel medio, ma soprattutto nel lungo periodo. E non parlo solo di danni economici.
Per forza di cose dopo due anni e a percorso di uscita ancora lontano dal chiudersi niente è cambiato. Anche perché fanno ancora parte a tutti gli effetti dell'UE
Una cosa che è cambiata sono le stime di crescita dell'economia UK: tutte riviste al ribasso dalla brexit.
Un piccolo dato degno di essere considerato e che gli inglesi avrebbero dovuto considerare prima:
- Dal '45 al '73, l'economia dell'UK era cresciuta meno di tutte le maggiori europee
- Dall'ingresso nell'UE nel '73 fino a Brexit quella inglese è stata l'economia cresciuta di più tra le maggiori europee
Se incontrate il Buddha per la strada, uccidetelo

User avatar
AripRne
Posts: 469
Joined: 12 Jun 2014 18:57
Location: Cervia
Contact:

Re: Politica Italiana

Post by AripRne » 12 Jan 2018 12:09

TheCloud wrote:
12 Jan 2018 11:50
Una cosa che è cambiata sono le stime di crescita dell'economia UK: tutte riviste al ribasso dalla brexit.
Un piccolo dato degno di essere considerato e che gli inglesi avrebbero dovuto considerare prima:
- Dal '45 al '73, l'economia dell'UK era cresciuta meno di tutte le maggiori europee
- Dall'ingresso nell'UE nel '73 fino a Brexit quella inglese è stata l'economia cresciuta di più tra le maggiori europee
io rimasi esterrefatto dalle statistiche anagrafiche del voto, decretato dagli over 50 e 65. (Linko un'infografica). Il futuro di una nazione deciso da dei vecchi che moriranno tra 15-20 anni e che già i primi (tra un po') 2 se li sono persi senza che la procedura sia stata concretizzata.

Poi venite a dirmi che la democrazia è un valore assoluto... se va bene la maggior parte della gente nemmeno lo sapeva questo dato economico, come io stesso del resto. E questo, tra l'altro, è uno dei miei problemi con l'approccio dei grillini. La democrazia diretta non è buona a prescindere, può fare anche dei grossi danni... e quando dico sta cosa mi si risponde che sono di destra, classico. Comunque, secondo me non va dimenticato, dobbiamo prima o poi riuscire a tradurre la Kasta politica di vassalli che fanno i comodi di altri poteri (mafia in primis, ma anche chiesa e industrie) in un organismo che prenda le decisioni necessarie al welfare della comunità, quel concetto di bene comune a cui puoi tendere solo in percentuale senza mai utilizzarlo come giustificazione (se no è subito Duce). Non spero che i grillini ce la facciano, ma se qualcuno non smuove le acque... e gli altri non lo faranno mai. Anche l'attuale ripresa economica: posto che meglio questi ultimi anni di governi di centro che il berlusconismo nudo e crudo, è l'Europa che sta ripartendo, non noi. Renzi ha voglia di vantarsi. Non sono forte in economia, ma ricordiamoci del Quantitative Easing. Noi stiamo facendo il minimo indispensabile per tenere il passo

in ogni caso: - stati nazionali + exploring space together
C I N O B A L A N O S + Kimono Lights

> For Change is what we are, my child <

«Finalmente l'orizzonte torna ad apparirci libero, pur ammettendo che non è sereno.» - Nietzsche

User avatar
toolipano
Posts: 2868
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Politica Italiana

Post by toolipano » 12 Jan 2018 12:35

TheCloud wrote:
12 Jan 2018 11:50
Una cosa che è cambiata sono le stime di crescita dell'economia UK: tutte riviste al ribasso dalla brexit.
Un piccolo dato degno di essere considerato e che gli inglesi avrebbero dovuto considerare prima:
- Dal '45 al '73, l'economia dell'UK era cresciuta meno di tutte le maggiori europee
- Dall'ingresso nell'UE nel '73 fino a Brexit quella inglese è stata l'economia cresciuta di più tra le maggiori europee
sicuramente questo è un dato degno di nota, però non bisogna dimenticare la posizione di partenza dell'UK nel '45 rispetto a tutti gli altri paesi europei. All'epoca era già una potenza mondiale, la Germania era distrutta, la Francia idem e l'Italia era un paese sottosviluppato. Per forza di cose l'UK è cresciuto meno in quegli anni, dato che partiva già da una posizione di forza. E da fine anni settanta, inizio anni 80, l'economia britannica ha beneficiato della crescita dell'export nel settore petrolifero e ha avuto anche una grande crescita nel settore finanziario.
Poi si sicuramente l'Europa avrà contato nella crescita, però sono dati che vanno presi con le pinze.
In futuro però non vedo come la situazione possa essere rosea per i britannici, che hanno un'economia molto particolare e dipendono moltissimo dall'import. Sarebbe stato l'ultimo dei paesi a dover desiderare di uscire dall'UE. Io li vedo malissimo
AripRne wrote:
12 Jan 2018 12:09
Anche l'attuale ripresa economica: posto che meglio questi ultimi anni di governi di centro che il berlusconismo nudo e crudo, è l'Europa che sta ripartendo, non noi. Renzi ha voglia di vantarsi. Non sono forte in economia, ma ricordiamoci del Quantitative Easing. Noi stiamo facendo il minimo indispensabile per tenere il passo

in ogni caso: - stati nazionali + exploring space together
Queste sono evidenze sotto gli occhi di tutti. E' il mercato comune europeo a tirare avanti la baracca e i singoli governi hanno poteri limitati. Per questo eviterei a ogni costo di votare quei partiti che minaccino (anche solo lontanamente) un futuro senza Europa.

in un mondo così globalizzato, a me sembra chiaro che se vogliamo avere un futuro di prosperità economica e socio-politica in Europa, bisogna mettere da parte gli stati nazionali per fare posto a un'Europa sempre più federale, con unità politico amministrative locali (regioni e macroregioni) protagoniste della gestione della cosa pubblica. Questo permetterebbe di acquisire forza sulla scena politica ed economica mondiale e consentirebbe allo stesso tempo di non allontanare la politica e la gestione della cosa pubblica dai cittadini.
Purtroppo questo era già ben evidente 25 anni fa e ancora stiamo a questo punto...
"Ecco, i Tool hanno fatto un capolavoro e tre Catherine Deneuve." [cit. Alka]

User avatar
AripRne
Posts: 469
Joined: 12 Jun 2014 18:57
Location: Cervia
Contact:

Re: Politica Italiana

Post by AripRne » 12 Jan 2018 12:53

toolipano wrote:
12 Jan 2018 12:35
Per questo eviterei a ogni costo di votare quei partiti che minaccino (anche solo lontanamente) un futuro senza Europa.
e infatti
AripRne wrote:
07 Nov 2017 16:02
se è questo che ti interessa dovresti votare 5 stelle secondo me. Perché tanto se provano ad uscire dall'euro gli andiamo sotto casa con le mazze da baseball e vedono bene cos'è la democrazia diretta
guarda caso le loro posizioni anti euro si sono ridimensionate enormemente, al punto di fare brutte figure in TV (non ricordo chi ma successe dalla Gruber). Non possono dire andiamocene perché si mangerebbero il voto degli indecisi, né che sono pro-europa perché comunque hanno dalla loro il voto di un bel po' di "terrapiattisti" (prendetelo come un tipo psicologico). Questa trasversalità è una buona cosa: significa che per l'elettorato che hanno comunque non possono esagerare, ed è un altro argomento contro la paventata deriva autoritaria.

secondo me non c'è rischio di exitaly, anche perché per una cosa del genere dovrebbero fare un referendum e allearsi con Salvini, e quello sì che sarebbe un suicidio politico. Certo, non è escluso che fatto il governo poi puntino i piedi e indicano davvero un referendum, ma è improbabile che riescano a fare un governo da soli, e in uno di coalizione con qualche partitello di sinistra (che ora ne abbiamo ad uffa) così perderebbero la maggioranza
Last edited by AripRne on 12 Jan 2018 15:49, edited 1 time in total.
C I N O B A L A N O S + Kimono Lights

> For Change is what we are, my child <

«Finalmente l'orizzonte torna ad apparirci libero, pur ammettendo che non è sereno.» - Nietzsche

User avatar
toolipano
Posts: 2868
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Politica Italiana

Post by toolipano » 12 Jan 2018 13:41

avrai forse anche ragione, ma per l'avanzare del progetto Europa sarebbe utile che l'Italia si presentasse con nomi credibili al governo, per negoziare con gente tipo Macron, Merkel.
Macron è dichiaratamente a favore di una maggiore integrazione europea, la Merkel adesso sembra che farà il governo coi socialdemocratici di Schulz (che è tipo un europeista integralista). Si può presupporre che su quest'asse franco-tedesco si possa rilanciare una stagione di riforme che manca ormai da troppo tempo: sarebbe un peccato che l'Italia non prendesse parte da protagonista a uno scenario di questo tipo. Non vorrei proprio vederlo Di Maio lì in mezzo :woot:
"Ecco, i Tool hanno fatto un capolavoro e tre Catherine Deneuve." [cit. Alka]

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 1669
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Politica Italiana

Post by Messer Dino Compagni » 12 Jan 2018 15:34

Tratto da una storia vera

E' una brumosa serata d'inizio gennaio. Le luci dei lampioni illuminano di un giallo epatico un anonimo palazzotto nella sonnolenta periferia di Pordenone. Dentro ci abita una mia amica, V******a, che non vedo da un paio d'anni. Convive da qualche mese con il suo nuovo ragazzo, di qualche anno più giovane di lei, in un bilocale che rasenta la definizione di casa popolare. I suoi vicini sono collaboratori di giustizia e hanno 4 chiavistelli alla porta. Il bilocale è immerso in una coltre di fumo di ganja in banchi ed essenza di eucalipto. Il gatto, chiamato Bruce Willis, è un demonio nero cui nemmeno la recente castrazione ha giovato in termini di livorosa vitalità. Lo schermo piatto sopra il frigo è sintonizzato su Striscia la Notizia. Il ragazzo, una curiosa mezcla tra Paulo Dybala e Fonzie, tra "rollando un pioppo" lamentandosi di quanto gli stia sul cazzo Gerry Scotti. Penso tra me e me che Gerry Scotti al massimo può essere innocuo. O vasto. Progetta e costruisce impianti domestici, sia elettrici che termo-idraulici, e mentre si immerge nella descrizione delle dinamiche del suo lavoro, io canticchio tra me e me una canzone del Gabibbo. Striscia la Notizia lascia il posto a San Andreas, un disaster con The Rock dove il solito megaterremoto minaccia Los Angeles e l'armonia tra The Rock, sua figlia e la sua ex moglie. All'inizio c'è persino lo scienziato che aveva previsto tutto ma non viene creduto: Paul Giamatti.
Tra il più ed il meno faccio notare che per lui, neoventunenne, queste saranno le prime elezioni politiche. Mi risponde che si è fatto già un'idea precisa, anche se non esclude che possa cambiare all'ultimo momento idea.
- Vedi, a me non interessano discorsi di destra o sinistra, io guardo alla persona. E tra tutti i politici che ho sentito quello che secondo me dice le cose più giuste è...-
Show
Image
Vabbe' passa 'sta canna, dai.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
AripRne
Posts: 469
Joined: 12 Jun 2014 18:57
Location: Cervia
Contact:

Re: Politica Italiana

Post by AripRne » 12 Jan 2018 15:45

Messer Dino Compagni wrote:
12 Jan 2018 15:34
Vabbe' passa 'sta canna, dai.
PS/OT: non voglio convincere nessuno a votar 5 stelle eh, anzi, passatela anche voi e speriamo che il disco dei MBV sia una figata
C I N O B A L A N O S + Kimono Lights

> For Change is what we are, my child <

«Finalmente l'orizzonte torna ad apparirci libero, pur ammettendo che non è sereno.» - Nietzsche

User avatar
TheCloud
Posts: 321
Joined: 23 Sep 2012 17:05

Re: Politica Italiana

Post by TheCloud » 12 Jan 2018 16:27

Messer Dino Compagni wrote:
12 Jan 2018 15:34
Vabbe' passa 'sta canna, dai.
Fai presto Elon Musk che vengo anche io su Marte.
Se incontrate il Buddha per la strada, uccidetelo

User avatar
AripRne
Posts: 469
Joined: 12 Jun 2014 18:57
Location: Cervia
Contact:

Re: Politica Italiana

Post by AripRne » 13 Jan 2018 12:51

Tratto da un'altra storia vera accaduta ieri sera a Rimini

Sono stato ad un poetry slam (che nella mia testa è una blanda competizione di recitazione/lettura non proprio poetica - più simile a quando prepari un pasto di fretta utilizzando cibo in scatola - a cui partecipo sforzandomi di perdere volontariamente per ottenere il diritto di dire quel cazzo che mi pare per 3 minuti di seguito ad una platea di sconosciuti) ho fatto un piccolo pezzo schizofrenico e degenerativo (nella mia mente fiaba psichedelica) intitolato "Come la bambina del Buondì Motta diventa Generale dell'Esercito di Satana" nel quale la bimba fa varie cose, tipo cavalcare il meteorite e celebrare un rito satanico che coinvolge Carlo Conti, le lacrime della Fornero dentro una boccetta di cristallo e l'utilizzo di Fasci Littori. Ora, aldilà della satira e della spiacevole evenienza per cui sono protagonista di questa cosa;

Quello che voglio arrivare a dire è che nel pezzo erano menzionati vari personaggi oltre a Carlo e la Fornero: Brunetta, Lili Gruber, il Cavaliere (ovviamente), Guzzanti, Pietro Grasso, Ratzinger... a fine serata chiacchierando con un ragazzo (musicista polistrumentista) apparentemente molto perspicace, e una ragazza (romana loquace e che fa recitazione), che già entrambi conoscevo da qualche mese, non so se per una convergenza astrale che ha compenetrato il piano d'esistenza telematica di questo forum con la realtà effettiva (ma non credo), sta di fatto che, mentre l'amica annuisce, il ragazzo fa:

"Mi è piaciuta la tua esibizione, però tutti quei nomi che hai detto io non so chi siano... l'unico che conoscevo,
è Berlusconi"

E il problema è che non c'era niente da passare, nonostante fossimo in un circolo AICS
C I N O B A L A N O S + Kimono Lights

> For Change is what we are, my child <

«Finalmente l'orizzonte torna ad apparirci libero, pur ammettendo che non è sereno.» - Nietzsche

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 1669
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Politica Italiana

Post by Messer Dino Compagni » 13 Jan 2018 20:32

AripRne wrote:
13 Jan 2018 12:51
E il problema è che non c'era niente da passare, nonostante fossimo in un circolo AICS
Self grown on your own.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Baidu [Spider] and 2 guests