Ultimi acquisti in libreria

... e tutto ciò che è cultura (o quasi)
Post Reply
User avatar
Decades
Amministratore
Posts: 15936
Joined: 02 Jan 2009 22:21
Contact:

Ultimi acquisti in libreria

Post by Decades » 17 Jan 2009 19:12

Con cosa siete tornati oggi dalla libreria?

Parliamo qui degli ultimi acquisti, di consigli ed eventuali promozioni.
Se, proseguendo nella lettura del vostro nuovo libro o portandolo a termine, credete ne sia valsa la pena e volete condividere la "scoperta" con gli altri, in modo più approfondito, prendetevi la libertà di aprire un topic se ancora non esiste.
Last edited by Decades on 17 Jan 2009 19:12, edited 1 time in total.
Image

User avatar
Von
Posts: 1166
Joined: 15 Jan 2009 13:26

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Von » 18 Jan 2009 15:52

L'ultimo libro che ho letto è questo...

Image

Eureka Street, di Robert McLiam Wilson.

Ed è un CAPOLAVORO.

Belfast, Chuckie e Jake, protestante il primo, cattolico l'altro, sono legati da una profonda amicizia. Chuckie, antieroe grasso e sempliciotto, riesce a compiere mirabolanti imprese commerciali grazie a progetti tanto fantasiosi quanto ridicoli. Jake, invece, nonostante la sua scorza da duro, è un inguaribile romantico e non cerca denaro e ricchezza ma un amore che gli riempia la vita. Sullo sfondo i conflitti irrisolti del paese che balzano brutalmente in primo piano quando un attentato sconvolge l'atmosfera bislacca e farsesca che domina il racconto. Poi la commedia della vita cancella il sangue e le vicende improbabili e sgangherate di Chuckie e Jake tornano a dominare le pagine del romanzo.

È ironico, sarcastico, satirico, commovente, pieno di malessere, marcio, urbano, irlandese, alcolizzato, travolgente, surreale, cattivissimo, sconvolgente e toccante. Pur raccontando semplicemente delle storie di vita vissuta è uno dei libri più strani che abbia mai letto. Ed è scritto in un inglese semplicemente delizioso, ricercato ma non arzigogolato, un piacere se amate la lingua di Albione.

___

L'ultimo che ho comprato invece è Il Buio Fuori di McCarthy, ma credo che aprirò un topic a parte su di lui.
No matter. Try again. Fail again. Fail better.

User avatar
Mr.CannotRemember
Posts: 226
Joined: 18 Jan 2009 14:32
Location: psychic chasm
Contact:

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Mr.CannotRemember » 18 Jan 2009 16:34

Valgono anche i libri presi in biblioteca?
L'ultimo è:
Image
Il Paradiso degli Orchi, Daniel Pennac.

Sto quasi a metà e per ora mi piace, soprattutto lo stile. Surreale.
Di Pennac, per introdurmi nel mondo della lettura, presi sempre in biblioteca Come un romanzo. Secondo me è perfetto per chi è rimasto sempre un pò distante dal mondo dei libri (come me, tempo fa) e non si butta mai con passione fra le loro pagine. Da far leggere anche ad alcuni prof.



Invece l'ultimo libro comprato è un tomo di quasi 300 pagine di teoria musicale, Teoria & Armonia di Andrea Avena. Il primo di una serie di 4 volumi. C'è anche il cd per poter imparare a riconoscere intervalli, scale, accordi ad orecchio. Non male. Costo: 25 euri...
Last edited by Mr.CannotRemember on 18 Jan 2009 16:35, edited 1 time in total.

User avatar
Ocean Of Noise
Posts: 287
Joined: 18 Jan 2009 15:35

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Ocean Of Noise » 19 Jan 2009 02:54

L'ultimo che ho letto è questo
Image
credo che non ci sia bisogno di presentazioni.
Bellissimo. capolavoro assoluto
una raccolta di poesie dannate che chiunque dovrebbe leggere. io l'ho già fatto ben due volte

User avatar
Shaun
Salon des Refusés
Posts: 4399
Joined: 02 Jan 2009 23:37
Location: Asda Town
Contact:

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Shaun » 19 Jan 2009 11:12

I miei ultimi acquisti sono state due graphic novel, divorate nel weekend appena passato:

Batman: Year One
Batman: The Dark Knight Returns


Strepitose, veramente. Mi aspettavo molto, ma non cosi' tanto.
I, even I, know the solution
love, music, wine and revolution


Image

Comely

User avatar
:adamasio:
Posts: 8179
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by :adamasio: » 19 Jan 2009 19:51

Ziggy_Noise wrote:L'ultimo che ho letto è questo
Image
credo che non ci sia bisogno di presentazioni.
Bellissimo. capolavoro assoluto
una raccolta di poesie dannate che chiunque dovrebbe leggere. io l'ho già fatto ben due volte
a mio parere invece è un libro che se non ha presentazioni rischia di essere quasi solo frainteso.
è un'opera enorme, veramente, e di una perizia unica, ma a mio avviso è alquanto pericolosa, perché sprigiona un immaginario che se non viene decodificato entro certi contesti culturali in modo da veramente comprendere l'opera, allora si rischia un fraintendimento letale.
parlo per esperienza perché ricordo di averlo letto anni fa e poi all'università, dopo aver studiato Baudelaire per 4 mesi: tutta un'altra cosa, ma veramente.

Consiglio quindi un apparato critico di introduzione:

- Autonomia ed eteronomia dell'arte di Anceschi (parla anche di Poe, visto che lo si ricorda nel II numero del Panopticon)
- Baudelaire di Sartre (un punto di vista parecchio originale)
- se si riesce, poiché sono complessi, qualche scritto di Walter Benjamin
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

User avatar
Sobieskiego 7/6
Posts: 1078
Joined: 18 Jan 2009 11:30
Location: Siena

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Sobieskiego 7/6 » 20 Jan 2009 12:15

Ho visto che alla Mondadori e forse anche alla Feltrinelli c'è il 25% di sconto sui libri.. quasi quasi mi faccio un regalo oggi
she sells sea shells on the sea shore the sea shells she sells are sea shells i'm sure!

User avatar
Zero
Posts: 15
Joined: 19 Jan 2009 00:12
Location: World
Contact:

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Zero » 20 Jan 2009 22:48

Ultimo acquisto, una raccolta con tutte le poesie di Cesare Pavese, che adoro e che consiglio caldamente.

L'ultimo libro che ho letto, invece, è stato "Cioccolata a colazione" di Pamela Moore, uno spaccato della società americana degli anni '50 attraverso gli occhi della protagonista adolescente.
Nonostante i cinquant'anni di età, se letto tracciando i dovuti parallelismi, è di un'attualità disarmante.
avrei voluto citare dalla mia canzone preferita, ma purtroppo è strumentale.

User avatar
Ocean Of Noise
Posts: 287
Joined: 18 Jan 2009 15:35

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by Ocean Of Noise » 21 Jan 2009 15:39

:adamasio: wrote:
Ziggy_Noise wrote:L'ultimo che ho letto è questo
Image
credo che non ci sia bisogno di presentazioni.
Bellissimo. capolavoro assoluto
una raccolta di poesie dannate che chiunque dovrebbe leggere. io l'ho già fatto ben due volte
a mio parere invece è un libro che se non ha presentazioni rischia di essere quasi solo frainteso.
è un'opera enorme, veramente, e di una perizia unica, ma a mio avviso è alquanto pericolosa, perché sprigiona un immaginario che se non viene decodificato entro certi contesti culturali in modo da veramente comprendere l'opera, allora si rischia un fraintendimento letale.
Non fraintendermi. Per presentazioni intendevo che sicuramente tutti conoscono(almeno spero) l'opera. Però lascia che ti dica una cosa. Concordo con te che sia giusto documentarsi sull'opera in questione approfondendo il più possibile con l'autore e tutto il resto. Però credo anche che sia "bello" buttarsi a capofitto nel libro, ricavando le emozioni che esso riesce a produrre, le "immagini" che riesce a tasmettere anche senza tanti contesti culturali. Poi credo sia giustissimo documentarsi, infatti ti ringrazio per le fonti che hai lasciato, era mia intenzione leggerlo una terza volta in maniera differente.

User avatar
:adamasio:
Posts: 8179
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Ultimi acquisti in libreria

Post by :adamasio: » 21 Jan 2009 16:42

Ziggy_Noise wrote:
:adamasio: wrote:
Ziggy_Noise wrote:L'ultimo che ho letto è questo
credo che non ci sia bisogno di presentazioni.
Bellissimo. capolavoro assoluto
una raccolta di poesie dannate che chiunque dovrebbe leggere. io l'ho già fatto ben due volte
a mio parere invece è un libro che se non ha presentazioni rischia di essere quasi solo frainteso.
è un'opera enorme, veramente, e di una perizia unica, ma a mio avviso è alquanto pericolosa, perché sprigiona un immaginario che se non viene decodificato entro certi contesti culturali in modo da veramente comprendere l'opera, allora si rischia un fraintendimento letale.
Non fraintendermi. Per presentazioni intendevo che sicuramente tutti conoscono(almeno spero) l'opera. Però lascia che ti dica una cosa. Concordo con te che sia giusto documentarsi sull'opera in questione approfondendo il più possibile con l'autore e tutto il resto. Però credo anche che sia "bello" buttarsi a capofitto nel libro, ricavando le emozioni che esso riesce a produrre, le "immagini" che riesce a tasmettere anche senza tanti contesti culturali. Poi credo sia giustissimo documentarsi, infatti ti ringrazio per le fonti che hai lasciato, era mia intenzione leggerlo una terza volta in maniera differente.
Si si, non ti avevo frainteso ma semplicemente ri-preso per iniziare un discorso a cui tengo.
Sarei anche d'accordo con te, perché a volte lo sono su questo punto, ma a volte credo fermamente che l'arte vada studiata (e non sicuramente storiograficamente, intendo) per essere veramente appresa al suo massimo grado.
In letteratura si parla di lettori forti e lettori deboli, in base alle loro peculiari competenze. Ecco, a mio avviso un lettore forte trae da un Baudelaire qualcosa di veramente enorme, di cui si può cogliere solo una traccia a livello dell'epidermide.
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 12 guests