Chris Potter Live Unipol Audotorium Bologna

where were you while we were getting high?
Post Reply
ares89
Posts: 9
Joined: 07 Nov 2016 10:50

Chris Potter Live Unipol Audotorium Bologna

Post by ares89 » 10 Nov 2016 16:52

Due giorni fa ho avuto il privilegio di vedere un grande titano del sax tenore moderno, Chris Potter, in quartetto con un certo signore di nome Dave Holland, un ragazzotto settantenne che ha suonato con il Dio Miles. Per me è stata la prima esperienza Live di jazz music, se così la vogliamo definire, il jazz in quanto genere a se era ovviamente presente, ma non senza una grande componente rock, il che ha reso le 2 ore di concerto estremamente potenti. Da avido consumatore di musica, ma non da musicista, è stato difficile afferrare l'integrità degli strumenti presenti, partendo dal sassofono. Avevo lo sguardo fisso sulle mani di Chris Potter, nel vano tentativo di capire cosa diavolo stesse facendo, come ha fatto a fare quella nota, e quest'altra? Insomma ero frastornato ed arrabbiato per il non riuscire a capire cosa stesse accadendo. E pensare che al concerto non dovevo neanche andarci, il biglietto era stato comprato dal padre di un amico, che però è stato male e io di buon grado ho accettato l'offerta. Magari qualcuno in questa comunità ha già avuto l'occasione di vedere Potter da vivo con questa formazione, se si mi piacerebbe avere un altro parere.

User avatar
Pilgrim
Moderatore Globale
Posts: 6931
Joined: 02 Jan 2009 22:33

Re: Chris Potter Live Unipol Audotorium Bologna

Post by Pilgrim » 10 Nov 2016 17:32

Chris Potter non l'ho mai visto, ma a Perugia dove vivo da qualche anno e in passato ci ho fatto gli studi universitari, c'è uno dei festival Jazz più noti del mondo, Umbria Jazz.
Qui ho imparato a farmi una cultura, non tanto del jazz in generale, che è comunque una musica che rimane un po' distante dalle mie frequenze, ma dell'esperienza live del Jazz che può essere memorabile, o completamente disastrosa.
Ho visto grandi e grandissimi nomi passare qui a Perugia, in quelle settimane di luglio è sempre bello farsi un giro da queste parti. Negli anni ci ho visto un po' di tutto, dai Funkadelic a Brad Medhlau, da Erykah Badu a Herbie Hancock, dai The Roots a Keith Jarrett. Ma tantissimi altri, come i grandi italiani, Rava, Bollani, Rea, Fresu ecc.

Una grande cosa, che ultimamente si sta spostando verso toni più mainstream per quanto riguarda i grandi eventi, ma che assicura sempre una buona dose di musica suonata in giro per locali dove trovi jam session gratuite ad ogni ora della notte.
"Stanco dell'infinitamente piccolo e dell'infinitamente grande,lo scienziato si dedicò all'infinitamente medio."
DYR
DYR Facebook
DYR Twitter Me su lastfm
il famigerato 3rd eye forum

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests