Scraps of Mark Lanegan

a 360° su musica e cultura pop
Post Reply
Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40710
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Scraps of Mark Lanegan

Post by AFX » 15 Jul 2010 09:30

in vista del nuovo Hawk, con Isobel Campbell,

proviamo a fare un profilo del personaggio, sicuramente uno di quelli che si è conservato meglio dell'era Seattle (o uno dei rari casi), forse perché c'era da prima e non ha avuto grandi successi commerciali negli anni d'oro del grunge

chi ne sa, dica la sua (screaming trees, side projects, solo...)
magari poi ne faremo un articolo

dischi e canzoni preferite con o di lanegan

tra i dischi chiave abbiamo http://www.panopticonmag.com/recensioni ... ghost.html
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Odradek
Posts: 4007
Joined: 22 Jul 2009 12:10
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Odradek » 15 Jul 2010 14:19

Bel topic ;) io adoro il personaggio anche se non lo conosco al 100% amo alla follia It's Not How Far You Fall, It's the Way You Land dei soulsavers, mi ha accompagnato in periodo in cui stavo sprofondando, la musica è bella anche per questo, e in questo devo ringraziare il vostro magazine che mi ha fatto conoscere questo disco, molte volte non mi trovo d'accordo con voi su alcuni giudizi ma con questo disco e con Burial e i Suede mi avete regalato tanto..
Baci scritti non arrivano a destinazione, ma vengono bevuti dai fantasmi lungo il tragitto. Franz Kafka

Fai sempre da sobrio quello che dici di fare quando sei sbronzo. Imparerai a tenere chiusa la bocca. Ernest Hemingway

User avatar
Shaun
Salon des Refusés
Posts: 4399
Joined: 02 Jan 2009 23:37
Location: Asda Town
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Shaun » 15 Jul 2010 14:29

A me lui piace in generale, anche se non mi va di ascoltarlo da un po'. Adoro il suo timbro vocale. Una cosa è certa: di schifezze non ne ha fatte e forse gli manca il capolavoro vero.
I, even I, know the solution
love, music, wine and revolution


Image

Comely

User avatar
Odradek
Posts: 4007
Joined: 22 Jul 2009 12:10
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Odradek » 15 Jul 2010 14:51

AFX wrote: sicuramente uno di quelli che si è conservato meglio dell'era Seattle (o uno dei rari casi), forse perché c'era da prima e non ha avuto grandi successi commerciali negli anni d'oro del grunge
quoto in pieno, aggiungi poi che è un grande perchè si è messo sempre in discussione dal punto di vista artistico..
Baci scritti non arrivano a destinazione, ma vengono bevuti dai fantasmi lungo il tragitto. Franz Kafka

Fai sempre da sobrio quello che dici di fare quando sei sbronzo. Imparerai a tenere chiusa la bocca. Ernest Hemingway

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40710
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by AFX » 15 Jul 2010 15:05

it's not how far you fall l'hai conosciuto qui??
nel forum intendi?

comunque magari facciamo una lista di sue canzoni più belle di tutti i suoi tempi

lui di schifezze non ne ha mai veramente prodotte
giusto ultimamente ho visto che partecipato ad un pezzo con slash, e mi sono preoccupato
ma per il resto è immacolato
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Lexicon
Posts: 412
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Lexicon » 15 Jul 2010 15:50

Lanegan è un artista rispettabile. E' indubbio che si ispiri molto ad altri cantanti. Una voce unica, profonda. Lui un personaggio tenebroso, dicono dal comportamento schivo, un po'antipatico. Con gli Screaming Trees ha segnato la sua generazione nella seconda metà degli anni '80, vedi Cobain, Cornell e Staley.
Io sinceramente non mi stupisco che gli Screaming Trees non abbiano mai avuto il succeso di altre band della loro scena. Il loro sound era troppo noise, le loro melodie non erano da classifica, il loro stile non era ruffiano, dava poco risalto ai riff e agli assoli di chitarra. Il loro apice secondo me non è Sweet Oblivion, il loro maggiore successo, ma Buzz Factory, dell'89, un gioiellino che, per quel che ne so, riassume parte dell'indie-pop del decennio
Da solista Lanegan ha raggiunto livelli più alti nei primi 3 album (gli unici che ho sentito), ha dimostrato di avere un background più ampio di quanto dimostrava con il gruppo. Sembrava aver trovato la sua dimensione ideale, ma non era così, perchè non pubblica nulla da solo ormai da 5-6 anni. Prima la celebre collaborazione coi QOTSA in Rated R e Songs For The Deaf, in cui si trovano alcune delle migliori canzoni che abbia mai cantato, resa con il tempo più un simbolo che altro (gli ultimi due); poi i dischi con la Campbell, su cui non mi esprimo perchè non li ho ascoltati, con i Soulsavers e con Greg Dulli, nei Gutter Twins, autori di un album, Saturnalia, che ha deluso in giro ma a cui sono affezionato; almeno a qualche canzone. Io spero che rifaccia un disco a suo nome.

User avatar
Odradek
Posts: 4007
Joined: 22 Jul 2009 12:10
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Odradek » 15 Jul 2010 17:28

AFX wrote:it's not how far you fall l'hai conosciuto qui??
nel forum intendi?
No ho letto la vs recensione di Broken dove avete speso qualche parola sul precedente e allora li ho scaricati entrambi anche se ho ascoltato broken molto meno..
Baci scritti non arrivano a destinazione, ma vengono bevuti dai fantasmi lungo il tragitto. Franz Kafka

Fai sempre da sobrio quello che dici di fare quando sei sbronzo. Imparerai a tenere chiusa la bocca. Ernest Hemingway

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40710
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by AFX » 15 Jul 2010 18:50

era un gran bell'album

questa è dei Rolling Stones


un classico degli Screaming Trees


questa la sua prima solista che ascoltai, lo comprai all'uscita, visto che avevo apprezzato Dust e Above, all'epoca conoscevo solo questi 2



DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Lexicon
Posts: 412
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Lexicon » 15 Jul 2010 19:18


La mia preferita

User avatar
Decades
Amministratore
Posts: 15922
Joined: 02 Jan 2009 22:21
Contact:

Re: Mark Lanegan, vita e opere

Post by Decades » 15 Jul 2010 19:50

Apprezzo moltissimo la sua voce.
Mi piacciono Whiskey for the Holy Ghost e Scraps at Midnight.
Stupendo invece It's Not How Far You Fall.
Mi piace anche negli Screaming Trees, ma non è musica che cerco spesso.
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: :adamasio:, Bing [Bot] and 36 guests