Made in Italy

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
Tyler Durden
Posts: 1403
Joined: 15 Jan 2009 11:28

Re: Made in Italy

Post by Tyler Durden » 07 Feb 2020 13:36

Comunque i Calibro 35 ridendo e scherzando hanno ormai una discografia abbastanza ampia e varia.
Anche l'ultimo MOMENTUM è bello e allarga lo spettro, che non è più monotematico (soundtrack, etc.) ma alt-rock in senso lato.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 41849
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Made in Italy

Post by AFX » 08 Feb 2020 20:55

DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2221
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Made in Italy

Post by Messer Dino Compagni » 09 Feb 2020 11:14

Morgan andrebbe eliminato prima che gli venga un ictus per le troppe droghe e magari gli danno pure la pensione di invalidità. Un mitomane che non scrive una canzone dal 98.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

Try to lull us in before the havoc begins into a dubious state of serenity
Acting all surprised when you're caught in the lie
It's not unlike you

User avatar
toolipano
Posts: 3830
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Made in Italy

Post by toolipano » 14 Feb 2020 18:36

nel frattempo nuovo pezzo di Liberato insieme a Robert Del Naja e Gaika :o

Online
Lexicon
Posts: 464
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Made in Italy

Post by Lexicon » 18 Jun 2020 19:09

So che non interessa a molti ma si è sciolto ufficialmente il Teatro degli Orrori dopo anni di inattività.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 41849
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Made in Italy

Post by AFX » 14 Jul 2020 13:06

Dalla cover da avvoltoio di Biagio Antonacci di Centro di Gravità Permanente, si intende che Franco Battiato non sta bene.
Si sa da tempo che ha avuto una brutta malattia, speriamo torni in forma presto.
DoYouRealize

follow me on Twitter

Online
User avatar
dissonance
Posts: 382
Joined: 30 Jul 2017 15:41

Re: Made in Italy

Post by dissonance » 24 Feb 2021 12:12

Torna IOSONOUNCANE a maggio, con un mattone di quasi due ore. Sono contento perché DIE all’epoca lo consumai, ma questa durata va saputa gestire bene.

User avatar
toolipano
Posts: 3830
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Made in Italy

Post by toolipano » 24 Feb 2021 15:48

dissonance wrote:
24 Feb 2021 12:12
Torna IOSONOUNCANE a maggio, con un mattone di quasi due ore. Sono contento perché DIE all’epoca lo consumai, ma questa durata va saputa gestire bene.
Se si escludono le avanguardie electro tipo Lorenzo Senni, Caterina Barbieri e una manciata di altri, questo è forse l'unico nome italiano che valeva veramente la pena seguire negli ultimi anni. Quindi si aspetta con curiosità

User avatar
Tyler Durden
Posts: 1403
Joined: 15 Jan 2009 11:28

Re: Made in Italy

Post by Tyler Durden » 24 Feb 2021 16:25

toolipano wrote:
24 Feb 2021 15:48
dissonance wrote:
24 Feb 2021 12:12
Torna IOSONOUNCANE a maggio, con un mattone di quasi due ore. Sono contento perché DIE all’epoca lo consumai, ma questa durata va saputa gestire bene.
Se si escludono le avanguardie electro tipo Lorenzo Senni, Caterina Barbieri e una manciata di altri, questo è forse l'unico nome italiano che valeva veramente la pena seguire negli ultimi anni. Quindi si aspetta con curiosità
Certamente ripetere DIE non è facile. Quel disco è stato davvero un capolavoro istantaneo perché riusciva a coniugare avanguardia e cantautorato in modo molto naturale. C'era sperimentazione alla Animal Collective (passatemi il parallelo), ma c'era anche gran gusto melodico alla Lucio Dalla.
Può tranquillamente essere il disco italiano del decennio '10, per quanto ne so io.

User avatar
toolipano
Posts: 3830
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Made in Italy

Post by toolipano » 24 Feb 2021 17:20

Tyler Durden wrote:
24 Feb 2021 16:25
Certamente ripetere DIE non è facile. Quel disco è stato davvero un capolavoro istantaneo perché riusciva a coniugare avanguardia e cantautorato in modo molto naturale. C'era sperimentazione alla Animal Collective (passatemi il parallelo), ma c'era anche gran gusto melodico alla Lucio Dalla.
Può tranquillamente essere il disco italiano del decennio '10, per quanto ne so io.
Ci sta, per un certo tipo di musica. A livello assoluto, Senni e la Barbieri gli fanno ciao ciao con la manina secondo me, e ci sono altri nomi electro molto interessanti.
Se invece parliamo di dischi "di canzoni" DIE può essere considerato il migliore. Per me se la gioca con Liberato, che però qui non ha molto seguito.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: dissonance and 134 guests