Made in Italy

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40528
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Made in Italy

Post by AFX » 27 May 2009 12:20

http://www.panopticonmag.com/recensioni ... italy.html

questa è la sezione del sito dedicata al rock italiano. Vogliamo ampliarla e magari in futuro fare anche una classifica coi migliori... non so, ci arriviamo a 30 dischi italiani validi?

Per questo vi chiedo di postare qui pubblicamente le vostre considerazioni sul rock italiano.

Derivativo sempre e comunque, o originale?
Quali sono gli artisti che più stimate? Tipo.. top5
C'è speranza per le nuove leve, o nascono comunque da mutui di musica americana o inglese?


e poi chi vuole si può lanciare in classifiche di canzoni o album o artisti e gruppi
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
PepperMagik
Posts: 2085
Joined: 07 Jan 2009 22:07

Re: Made in Italy

Post by PepperMagik » 27 May 2009 12:39

Musicalmente assai derivativo, a parte poche eccezioni... Chessò, Area, CCCP o Vinicio Capossela, tanto per citare qualche nome.

La differenza per me l'hanno sempre fatta i testi, sia in ambito strettamente cantautorale (De Andrè, Battiato, Rino Gaetano), che per quanto riguarda la scena alternative rock (Marlene, Afterhours, Litfiba, Baustelle).

Purtroppo, al giorno d'oggi sempre più band nostrane finoscono col cantare in inglese, divenendo in tutto e per tutto dei semplici cloni di realtà anglo-americane.

La mia listozza aggiornata di musica Made In Italy:

Code: Select all

http://rateyourmusic.com/list/PepperMagik/best_italia

User avatar
Alka
Posts: 739
Joined: 18 Jan 2009 13:32

Re: Made in Italy

Post by Alka » 27 May 2009 12:45

30 validi secondo me si trovano, ma validi però per aver rappresentato un certo tipo di Italia e quindi per valori estrinsechi al disco.
Validi di per sè... penso che si possa arrivare a una decina, senza ripetizione di artisti.
In questa eventuale classifica io sarei comunque di manica larga cercando di arrivare comunque fino a 100 in modo così da presentare un ritratto completo dell'Italia musicale.

Per quanto riguarda l'originalità, è una caratteristica rara: quando ci è andata bene siamo arrivati con pochi anni di ritardo.
Sempre parlando di rock, poi leggo che in altri ambiti (tipo Moroder, Morricone o eurodance) siamo messi meglio.
Io sinceramente nutro poca speranza per le nuove leve, le difficoltà strutturali e il ritardo culturale sono abbastanza rilevanti e sarà difficile proporre anche solo un nome che possa risultare tra i migliori artisti dell'anno 201X (ma c'è mai stato poi?).

De Andrè
Massimo Volume
Uochi Toki

Questi sono artisti che bene o male amo e che ritengo di valore trans-nazionale, la lista di quelli che solo stimo sarebbe lunghissima e includerebbe anche gente che se fosse inglese o americana riterrei inutile.
The better the singer's voice is, the harder it is to believe what they're saying.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40528
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Made in Italy

Post by AFX » 27 May 2009 13:31

cercando di arrivare comunque fino a 100
beh francamente mi pare impossibile, anche se ci mettessimo in mezzo la canzone napoletana e i vari ramazzotti, pausini e cremonini
il ritardo culturale
questo purtroppo è palese
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
:adamasio:
Posts: 8167
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Made in Italy

Post by :adamasio: » 27 May 2009 13:44

a mio avviso le realtá italiche a livello musicale sono, come avete detto voi giustamente, assai irrilevanti, o per lo meno laterali, soprattutto nei miei ascolti.

come dice giustamente pepper, sono i testi a fare la differenza, che si tratti di Battiato o dei Uochi Toki.

Afterhours, Marlene K. e chiunque altro alla fine hanno quel valore che hanno ( o meno..) solo dal nostro punto di vista di compatrioti; che all´estero non vengano esportati o ascoltati mi sembra molto oltre il legittimo.

Forse i Subsonica hanno le armi musicali per poter sopravvivere al mercato internazionale.. ma forse nemmeno tanto
I vari gruppi metal, poi.. non ne parliamo...

Top5 degli artisti (dove solo Battiato é fondamentale, essendo uno dei miei artisti preferiti in assoluto):

Franco Battiato
Afterhours
CCCP
Subsonica
Teatro degli Orrori

ma anche Marta sui Tubi, Uochi Toki, Marlene K...
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

User avatar
Ocean Of Noise
Posts: 287
Joined: 18 Jan 2009 15:35

Re: Made in Italy

Post by Ocean Of Noise » 27 May 2009 20:41

[quote="PepperMagik"]
La differenza per me l'hanno sempre fatta i testi, sia in ambito strettamente cantautorale (De Andrè, Battiato, Rino Gaetano), che per quanto riguarda la scena alternative rock (Marlene, Afterhours, Litfiba, Baustelle).

Concordo in pieno con questa riflessione. Alla fine è proprio questo che conta. D'altronde essere derivativi sarà per sempre una nostra croce almeno musicalmente parlando per cui..tanto vale non andare a stentaee una "originalità" che proprio non ci appartiene.
top 5
Fabrizio De Andrè
Baustelle
Blubertigo/Morgan
Marlene Kuntz
Afterhours

Classifica traballante, ho la sicurezza suprema solo su De Andrè e i Baustelle e un pò i Bluvertigo. Altri nomi interessanti anche se un pò mainstream sono Caparezza e Carmen Consoli. Anche Battisti ci starebbe.

User avatar
Alka
Posts: 739
Joined: 18 Jan 2009 13:32

Re: Made in Italy

Post by Alka » 28 May 2009 09:55

Forse invece di fare una classifica è più opportuno e in certo senso meno impegnativo una semplice retrospettiva solamente storica e non critica.
The better the singer's voice is, the harder it is to believe what they're saying.

User avatar
PepperMagik
Posts: 2085
Joined: 07 Jan 2009 22:07

Re: Made in Italy

Post by PepperMagik » 28 May 2009 10:23

Secondo me, una Top 50 di qualità può venire tranquillamente fuori... Io nella mia classifica sono arrivato a 60 escludendo di proposito gente come Guccini e De Gregori (che non amo) e tutte le formazioni che cantano in inglese... Ho messo giusto Port Royal e Zù perchè sono quasi del tutto strumentali.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40528
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Made in Italy

Post by AFX » 28 May 2009 10:25

De Gregori di Rimmel è un signor cantautore però eh. Nel senso... un posto nei 50 lo meriterebbe. Non credo ci sia tanto di meglio in quello stile francamente
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Pilgrim
Moderatore Globale
Posts: 6978
Joined: 02 Jan 2009 22:33

Re: Made in Italy

Post by Pilgrim » 28 May 2009 11:26

AFX wrote:De Gregori di Rimmel è un signor cantautore però eh. Nel senso... un posto nei 50 lo meriterebbe. Non credo ci sia tanto di meglio in quello stile francamente
e che signor cantautore.
non solo quello del disco Rimmel,ma anche il S/T e un altro paio.Rimane uno dei nostri migliori .

leggetevi i testi di Vol. 8 di De Andrè,scritti a 4 mani con De gregori appunto.
uno dei migliori dischi italiani di sempre,per quanto mi riguarda.

Oceano (De Andrè/De Gregori)

Quanti cavalli hai tu ceduto alla porta
tu che sfiori il cielo col tuo dito più corto
la notte non ha bisogno
la notte fa benissimo a meno del tuo concerto
ti offenderesti se qualcuno ti chiamasse un tentativo.

Ed arrivò un bambino con le mani in tasca
ed un oceano verde dietro le spalle
disse "Vorrei sapere, quanto è grande il verde
come è bello il mare, quanto dura una stanza
è troppo tempo che guardo il sole, mi ha fatto male "

Prova a lasciare le campane al loro cerchio di rondini
e non ficcare il naso negli affari miei
e non venirmi a dire "Preferisco un poeta,
preferisco un poeta ad un poeta sconfitto"

Ma se ci tieni tanto poi baciarmi ogni volta che vuoi.


io c'ho i brividi ogni volta,è pura poesia.



(ad una top 50 ci arriviamo tranquillamente)
"Stanco dell'infinitamente piccolo e dell'infinitamente grande,lo scienziato si dedicò all'infinitamente medio."
DYR
DYR Facebook
DYR Twitter Me su lastfm
il famigerato 3rd eye forum

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Google [Bot] and 46 guests