I Chitarristi Mejo

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 41849
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: I Chitarristi Mejo

Post by AFX » 02 Mar 2021 16:38

Che si tratti di tutta gente seria non è in discussione.
Per le sorti del rock, ha più valore un chitarrista-artista-compositore, che con la sua musica è arrivato a molta gente, o chi ha magari sperimentato, ma con le sue registrazioni è arrivato a pochi?
Nels Cline nei Wilco è arrivato a tanti, ma non penso sia entrato nei cuori di chi amava la band da prima.

Chi ha influenzato Nels Cline? Penso nessuno
Chi hanno influenzato The Edge o Tony Iommi o Jimmy Page? Penso parecchi eh

Nessuno sogna di diventare Nels Cline (o simili personaggi, seppure stimati), molti che imbracciano una chitarra sognano di diventare Jimi Hendrix
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
toolipano
Posts: 3830
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: I Chitarristi Mejo

Post by toolipano » 02 Mar 2021 16:40

The Sheltering Sky wrote:
02 Mar 2021 16:07
“Adam Jones, perché quando è uscito Fear Inoculum, dopo anni di noia nei confronti delle chitarre, mi ha ricordato che si possono ancora scrivere degli assoli che non fanno sbadigliare”

Prendo questa affermazione non a scopo polemico, ma perché penso ne possa nascere una bella conversazione. Chiaramente la quote è intesa anche alla luce delle carenze di innovazioni e esperienze esaltanti all’interno della musica rock, ma credo che provare noia nei confronti di uno strumento sia un proprio deficit da ascoltatore. Deficit che non significa nulla dato che chiunque approfondisce con gusto un determinato ambito solo quando c’è davvero voglia di farlo. Io per primo ho una scarsa voglia di ascoltare consapevolmente musica classica: mi interessano i concetti di fuga e contrappunto, adoro la dodecafonica ma sento che è ancora presto per me per approcciarmi ai compositori cardine delle epoche precedenti alla fine dell’ottocento. Ecco, la chitarra elettrica per come la vedo ha ed ha avuto momenti davvero esaltanti e non vanno ricercati sempre nello stesso ambito. L’altra faccia di questa medaglia trovo siano gli integralisti della musica “suonata”. Anni fa ho conosciuto un cultore della musica etnica che ha definito “merda” gli ascolti di elettronica che gli avevo proposto. Non credo gli mancassero gli strumenti per apprezzare OPN o Four Tet quanto la voglia e la curiosità di farlo. Vi invito ad ascoltarlo Cline (giusto perché è nato tutto da lui). Album come Destroy All, Lovers, Rooms (con l’altro nascente che è Julian Lage), Currents, Constellations e gli altri perché meritano molto. Non sarà influente come Neil Young che, ricordiamolo, ha composto Zuma, ma magari la chitarra che “manca” sta proprio lì.
Sì, non è tanto noia nei confronti dello strumento in sé, quanto più noia nei confronti dei generi che comunemente vengono suonati con la chitarra. Può essere colpa mia, in parte, per una questione di saturazione (sono cresciuto con la musica "rock" e, nonostante tutto, è ancora il "genere" che conosco meglio e di cui posso dirmi più esperto), ma credo anche in parte perché la musica suonata con le chitarre, facendo un'enorme e sciocca generalizzazione, ha proposto molte meno novità valide negli ultimi anni.
Diciamo che negli ultimi anni ho ascoltato tantissima musica elettronica, tantissimo jazz, una buona dose di black music e approfondito qualche grande compositore di musica classica.
Chi fa musica con la chitarra ormai per stupirmi deve tirare fuori suoni particolari o, perlomeno scrivere canzoni della madonna.

LaJoneserìa
Salon des Refusés
Posts: 1026
Joined: 19 Jan 2009 22:52

Re: I Chitarristi Mejo

Post by LaJoneserìa » 02 Mar 2021 22:25

Con l'emisfero destro:
Jimmy Page
Neil Young
Adam Jones
Jerry Cantrell
Pino Daniele

Con l'emisfero sinistro:
Jimmy Page
Jimi Hendrix
Robert Fripp
Tony Iommi
Adam Jones

P. S. Un posto speciale nel mio cuore tra i chitarristi sarà riservato sempre a Mick Ronson

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 147 guests