Ma chi è 'sto Mark Hollis - eccetera

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 41383
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Ma chi è 'sto Mark Hollis - eccetera

Post by AFX » 15 Oct 2017 19:05

Volevo dedicare un topic a Mark Hollis - Talk Talk, ma non ci sono riuscito.
Non abbiamo un topic sui Talk Talk, non abbiamo mai parlato più di tanto in questo forum (nell'altro, periodo circa 2004-2005, sì eccome) di Mark Hollis.
Stavo cercando di rintracciare band del possibile livello raggiunto dai Radiohead nella storia del rock post 1977, anche come evoluzione stilistica durante la carriera. Artisti che andassero oltre l'essere bravissimi, e in grado di scrivere grandi canzoni come recentemente abbiamo discusso. Band capaci di creare stili musicali nuovi.
Sono andato a cercare i top dei top, quelli di cui ne vorresti sempre di più. E a parte chi ha un solo album di livello alieno come che ne so, gli Slint o i Neutral Milk Hotel, o chi è davvero troppo obliquo e ruvido per piacere a una massa critica molto ampia (penso ai Fugazi e ai Sonic Youth, che certamente sono il meglio che il noise rock abbia mai partorito, ma anche ai Tool, agli Swans, a Joy Division e ai NIN per le situazioni più dark e pesanti), o chi è divenuto troppo commerciale per essere preso in considerazione in questo topic (Depeche Mode), o chi è troppo radicalmente indie (Animal Collective per esempio), eccetera eccetera eccetera... ognuno, personalmente, potrebbe fare una sua chart.

Io ho trovato due nomi che penso possano mettere d'accordo tutti. Sono i Talking Heads e i Talk Talk/Mark Hollis. Loro sono stati al livello dei Radiohead. Gli Slowdive hanno 4 album impeccabili, ma forse non hanno la stessa rilevanza? (chiedo). MBV allora. Perché no? Troppo rumorosi per le masse, ok. Nirvana? Red House Painters, i primi album pazzeschi. David Bowie! In fondo il periodo che piace più a noi qua dentro è quello che va da Station to Station a Scary Monsters (e Peter Gabriel solista lo continuate a sottovalutare). I Blur sì ma forse non stanno dando giusto lustro ai loro capolavori degli anni '90, e la percezione è che siano una band meno profonda di quel che sono. Sufjan Stevens. Wilco. ISIS. Certo non i Sigur Ròs. Andiamo a rivedere le nostre stesse TOP 100.
Possibile che questo Mark Hollis dal '98 oggi non abbia più sentito la necessità di pubblicare niente? Possibile che nessuno lo riesca a intervistare? http://spiritoftalktalk.com qui c'è un libro per i fan.

E' meglio Spirit of Eden o Laughing Stock? O forse The Colour of Spring? O magari il suo omonimo solista? Se esistono i 100/100, lo prendono dischi come i loro... Pensate solo se uscissero oggi, che pure siamo pronti al post rock? Arrangiamenti del genere, chi te li fa?
Chi non disdegna gli esordi fa bene. E' synth pop serissimo.
DoYouRealize

follow me on Twitter