Kendrick Lamar

a 360° su musica e cultura pop
User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2171
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Kendrick Lamar

Post by Messer Dino Compagni » 24 Mar 2015 19:28

Homunculus1510 wrote:Meh no dai.
Cioè, sì, ma per 2/3 secondo me è giusto fare eccezioni. E questo pare uno di quei 2/3.
Accetto Kanye West perché c'ho fatto delle trombate record e fa bagnare le hipster col cappellino da baseball. E basta.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
Starn
Posts: 3687
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Kendrick Lamar

Post by Starn » 24 Mar 2015 19:49

Ti perdi molti dei migliori dischi del decennio se ti precludi i neGri.
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2171
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Kendrick Lamar

Post by Messer Dino Compagni » 24 Mar 2015 20:06

Potrebbe anche essere ma almeno ne guadagno in eterosessualità e autostima.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1745
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Kendrick Lamar

Post by Homunculus1510 » 24 Mar 2015 21:23

Starn wrote:Ti perdi molti dei migliori dischi del decennio se ti precludi i neGri.
Ad essere onesti, i dischi di quel livello sono pochi(ssimi), eh. Però sì, un Madvillain o un Kendrick Lamar meritano l'ascolto approfondito.
È vero anche che un atteggiamento come quello del messere è ben comprensibile.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Percy
Salon des Refusés
Posts: 1965
Joined: 18 Jan 2009 14:06

Re: Kendrick Lamar

Post by Percy » 24 Mar 2015 21:35

Homunculus1510 wrote: È vero anche che un atteggiamento come quello del messere è ben comprensibile.
Ma anche no, dài. Siamo nel 2015, non nel 1955.
"I did it for me. I liked it. I was good at it. And I was really… I was alive."

last.fm rym twitter

User avatar
Totemto
Posts: 916
Joined: 30 Mar 2013 15:14

Re: Kendrick Lamar

Post by Totemto » 24 Mar 2015 21:39

Homunculus1510 wrote:
Starn wrote:Ti perdi molti dei migliori dischi del decennio se ti precludi i neGri.
Ad essere onesti, i dischi di quel livello sono pochi(ssimi), eh. Però sì, un Madvillain o un Kendrick Lamar meritano l'ascolto approfondito.
È vero anche che un atteggiamento come quello del messere è ben comprensibile.
L'hip hop ha tante gemme, Aquemini, Enter the Wu tang, Liquid Swords, vari di Kanye, Donuts, The infamous sono i primi che mi vengono in mente, e sono tutti disconi :roll:
Last edited by Totemto on 24 Mar 2015 21:39, edited 1 time in total.

User avatar
Starn
Posts: 3687
Joined: 18 Jul 2012 14:02
Location: Siena/Milano
Contact:

Re: Kendrick Lamar

Post by Starn » 24 Mar 2015 22:53

(...) Fka Twigs è negra. D'Angelo è negro. Run The Jewels sono negri. Freddie Gibbs è negro. MF Doom è negro. Madlib è negro. Frank Ocean è negro. The Weeknd è negro. (...) per dirne alcuni.

Senza questa roba per me non si può avere un panorama della musica contemporanea. Senza dover andare troppo indietro nel tempo.
Last edited by Starn on 24 Mar 2015 22:54, edited 1 time in total.
Thomas Borgogni
SoundCloud | Lastfm | Twitter | Rym

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1745
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Kendrick Lamar

Post by Homunculus1510 » 25 Mar 2015 00:30

Percy wrote:
Homunculus1510 wrote: È vero anche che un atteggiamento come quello del messere è ben comprensibile.
Ma anche no, dài. Siamo nel 2015, non nel 1955.
Questo sì, ma i campioni di visibilità dell'hip hop, soprattutto i più $wagosi, fanno ridere. Musicalmente magari non sono manco male, ma per dire
1) Kendrick
2) Kanye





n) A$ap qualsiasicosa <- e gli a$ap qualsiasicosa sono i più numerosi e noti, presso un certo tipo di pubblico.
Cioè, siamo d'accordo che i Kendrick, gli Outkast, i Wu Tang, i D'Angelo di questo mondo sono i fenomeni che sono, ma poi i protagonisti maggiori della scena spesso giustificano l'atteggiamento di scazzo - ci includo pure Weeknd, che salvo House of Baloons e Thursday non ho mai sopportato.
Oh, poi ormai almeno il 50% dei miei ascolti è di negri, ormai, quindi io sono dalla vostra parte, più che dalla sua.

E siamo tremendamente off topic, considerando che abbiamo Black Music.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2171
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Kendrick Lamar

Post by Messer Dino Compagni » 25 Mar 2015 00:51

Percy wrote:
Homunculus1510 wrote: È vero anche che un atteggiamento come quello del messere è ben comprensibile.
Ma anche no, dài. Siamo nel 2015, non nel 1955.
E' il 2015 anche per dire che "siamo nel 2015". Che è una cosa che dicevano gli Ittiti, probabilmente per legittimarsi.

Questa è roba che si ascoltano i gavanelli all'istituto tecnico, senza scherzi. E che si sparano le bonghe nel salotto del loro amico coi genitori divorziati e che vanno a prendere la robba dal magreba col pandino. Ovviamente non sto dicendo che voi siate così, dico che questa roba la ascoltano quelle persone lì. E un motivo ci sarà. Non è nemmeno necessario che vi giustifichiate in questo tipo di gusti. E senza scomodare l'immaginario che umilia persino l'hipster alternativo che è in voi. Affermare come è stato detto che mi precluderei i più grandi dischi degli ultimi tot anni come la dovrei interpretare? Come no-sense? No, sul serio. Detto che in tutta sincerità non vedo perché dovrei precludermi: scarico to pimp a butterfly (sigh!), lo ascolto e così mi ricordo perché non ascolto hip-hop, anzi, per ricordarmi quanto siano educati i miei fono-recettori. E una roba che manco si ascolta: la metti come sottofondo e la stacchi quando lasci il centone sul comò ikea della bottana ucraina vicina alla stazione di Prato che in realtà si chiama Sergio.
In alcuni topic - ma proprio molti - ripetete come un paradosso che chi ascolta tizio n' roses o grulli della Norvegia sono i regaz in odore di sweet sixteen (e sono anche d'accordo) e poi vi mettete a fare i poser con musica che la ascoltano davvero i 14 enni sanguemisto dal loro nokialumia in coda al Mc Donalds'.
E non mi metto nemmeno a menarla dicendo che le grandi produzioni hip-hap meritereb...col cazzo. Bang. Fanculo. Sei il mio Negro ora. Succhialo al Negro bottana bianca. Bang. Segregation is slavery.
Ma dai.

Chiedo venia ovviamente per il vernacolare colorito e il protervo ciarlare in forte sentore di provocazione. Mi adeguavo al tenore del topic.

PS Il discorso cambia se vi drogate peso. In quel caso comprendo.
Last edited by Messer Dino Compagni on 25 Mar 2015 00:55, edited 1 time in total.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
WCephei
Posts: 871
Joined: 03 Oct 2013 15:12

Re: Kendrick Lamar

Post by WCephei » 25 Mar 2015 07:24

prima di tutto dovremmo distinguere tra musica nera (un marasma di generi) e musica nigga
quella nigga ne è al massimo un sottoinsieme

non dimentichiamo che la musica nera è quella che inculde miles davis, aretha franklin, coltrane, S.Wonder, M.Jackson, FUnkadelic e altri centinaia di fenomeni che non si discutono

la musica nigga che fà storcere il naso a qualcuno (incluso me) è per lo più incentrata su hip hop,rap e in parte sull'r&B

poi ci sono gli artisti di mezzo che hanno preso il meglio dal calderone nero: Flying lotus, Madlib, d'Angelo, K.West etc..questa però è gente con un IQ superiore alla media

-ci sono anche casi particolari come i Tv on the Radio che suonano "bianchi"
-per non parlare di artisti neri britannici che tra drum & bass e dubstep e altre diavolerie prendono completamente le distanze dalla cultura nigga

applicherei questa golden rule:
"non tutti gli artisti neri fanno musica nera come non tutti gli artisti di musica nera fanno musica nigga.
da cui si deduce che
"non tutti i neri fanno musica nigga.... da bonghe nel salotto" :D
Last edited by WCephei on 25 Mar 2015 07:31, edited 3 times in total.
In una dimensione parallela Juliane Werding e i Münchener Freiheit hanno fatto una canzone insieme dal nome di "Milch und Honig"......, alcuni superstiti raccontano che il muro di Berlino si era liquefatto.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest