Working Class Heroes - Topic sul lavoro

tra un bicchier di vino e un coltello a serramanico
User avatar
Dry
Moderatore Globale
Posts: 2063
Joined: 02 Jan 2009 20:27
Contact:

Working Class Heroes - Topic sul lavoro

Post by Dry » 23 Mar 2009 11:05

Di sicuro non è il periodo migliore per cercare all'estero quella fortuna che non si trova in Italia, ma a volte tentare non nuoce e vedo che ci sono sempre più ragazzi interessati alla questione. Esistono parecchie opportunità per studenti universitari e non, con spirito d'adattamento e voglia di mettersi in gioco.
Con questo topic vorrei evitare di tirare in ballo cose tipo "Vado a Londra, lascio il mio cv a tutti i ristoranti italiani, Starbucks, hotel che cercano gente che pulisca le camere, ecc..in modo da trovarmi un lavoretto semplice per imparare la lingua e che mi permetta di tirare su quelle ""due"" sterline necessarie per pagarmi l'affitto."
Perchè invece non raccogliere qui tutte le opportunità reali per lavori e stage qualificanti? Quelli che permettono di acquisire esperienza proprio nel settore in cui abbiamo studiato, quelli che permettono di avere veramente una marcia in più una volta tornati in Italia (o quelli che addirittura, se tutto va bene, ci permetterebbero proprio di pensare ad un definitivo trasferimento là).
Iniziare da zero è decisamente difficile, come lo è qui in Italia del resto, e in più c'è anche il problema della lingua. Lo stage in genere si presenta come l'opportunità più rapida ed efficace.

Inizio quindi con le cose forse più scontate (ed economiche), ovvero le borse di stage del Programma Leonardo Da Vinci, messe in palio da università e da enti di formazione in tutta Italia, basta solo tenere d'occhio le scadenze dei bandi, avere una conoscenza sufficiente della lingua, un pizzico di fortuna e sarà possibile svolgere uno stage di 3-6 mesi in Europa, in qualsiasi settore.
http://www.programmaleonardo.net/llp/mobilita.asp
qui si possono avere maggiori informazioni e si può trovare l'elenco delle associazioni che mettono in palio delle borse Leonardo, credo siano tutte del 2008 ma basta selezionare quelle con i requisiti per i quali siamo idonei (regione di residenza, campo di studio,..) e tenerle sotto controllo per vedere quando verranno promossi nuovi bandi.

Per i futuri diplomatici, invece, ci sono ogni anno svariate opportunità messe in palio da Ministero degli Esteri e Camere di Commercio (MAE - CRUI)
http://www.formazionepiu.it/?q=assocamerestero

Se non siete così fortunati da vincere una borsa che copra tutte le spese invece ci sono comunque altre possibilità, anche se è necessario pagarsi vitto e alloggio, basta saper cercare. Ci sono molti siti che offrono stage e lavoro per ragazzi stranieri, o anche le aziende stesse.
Per esempio mi sono appena imbattuta nel sito di Studenti.it che a sua volta segnalava questo sito http://www.atlantic-community.org/index/about/jobs dove cercano stagisti con buona conoscenza di inglese per lavorare nel team editoriale di un sito online che si occupa di politica internazionale, con sede a Berlino.

Si accettano molto volentieri anche eventuali vostre esperienze sul campo, ovviamente, consigli e speranze.
Buona fortuna
Ci aveva pensato..

Online
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by AFX » 23 Mar 2009 12:05

bel topic

io ho intenzione di partire verso settembre, non so se in un posto nuovo o dove sono già stato, ma più che i soldi cerco la qualità della vita (sociale). Altrimenti me ne andrei nel Regno Unito o in Svezia, ma non penso sia ciò che fa per me.

Alcune città che so essere valide da questo punto di vista, ed offrono opportunità per i giovani:

Amburgo
Berlino
Besançon
Bilbao
Breslavia
Cracovia
Glasgow
Dublino
Tolosa
Varsavia
Zurigo


un'idea sempre valida è quella di andare a cercare le ditte italiane che hanno fabbriche, concessionarie e sedi all'estero (ce ne sono migliaia in ogni paese, specialmente in quelli emergenti)
spesso i centri di cultura italiani all'estero hanno gli elenchi
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Shaun
Salon des Refusés
Posts: 4399
Joined: 02 Jan 2009 23:37
Location: Asda Town
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by Shaun » 23 Mar 2009 12:22

Attualmente lavoro nel Regno Unito, ma sono partito dall'Italia con un'esperienza di tre anni quindi si puo' dire che avevo molte possibilita' qui una volta arrivato. Sicuramente piu' possibilita' di chi arriva e si lancia nella ricerca disperata rischiando il lavoro di cameriere (che poi magari piace, eh, non lo voglio denigrare, ma certo non fa per me).
Dopo qualche mese di assestamento, ed un primo lavoro sempre nel mio settore ma non nella mia specializzazione, ho finalmente trovato il mio attuale impiego.
Per chi si lancia nel Regno Unito, con particolare riferimento agli informatici, mi sento di dare qualche consiglio:
- lavorate molto sull'inglese parlato: sembra banale, ma purtroppo gli inglesi sono un popolo molto snob. Potevate anche avere massimi voti a scuola, ma se non sapete sostenere una conversazione (sia anche il colloquio, ma NON solo), all'inizio farete fatica. Vale anche altrove, ovviamente, ma ho imparato sulla mia pelle i primi tempi che gli inglesi con gli stranieri non sono proprio tolleranti. Piu' precisamente: sono gentili e con il sorriso sempre stampato, ma non sempre quel sorriso significa qualcosa di simpatico nei vostri confronti. Banale, lo so, ma tenetelo bene in mente.
- occhio alle qualifiche: sono molto selettivi qui, tre anni di esperienza in Italia possono anche significare poco per loro.
- preparatevi a viaggiare/spostarvi: a Londra TUTTI cercano lavoro, se e' li' che pensate di buttarvi. Ci sono tantissime offerte in ambito informatico, e c'e' anche tanta concorrenza. Io, per esempio, mi sono buttato dopo qualche insuccesso direttamente fuori Londra e mi e' andata bene al primo colpo praticamente.
I, even I, know the solution
love, music, wine and revolution


Image

Comely

User avatar
Dry
Moderatore Globale
Posts: 2063
Joined: 02 Jan 2009 20:27
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by Dry » 23 Mar 2009 17:22

http://www.italtrade.com/
qui si trovano gli elenchi delle aziende italiane con filiali all'estero, con tutti i contatti; basta selezionare uno stato sul menù a tendina a sinistra, poi l'elenco si trova in un link sulla destra
Ci aveva pensato..

User avatar
Dry
Moderatore Globale
Posts: 2063
Joined: 02 Jan 2009 20:27
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by Dry » 20 Apr 2009 16:24

http://ec.europa.eu/eures/home.jsp?lang=it
il sito dell'Eures che mette a disposizione varie possibilità di impiego

segnalo che dal 16 aprile sono aperti i bandi del ministero degli affari esteri per tirocini alle ambasciate italiane in vari paesi esteri, non solo europa
http://www.formazionepiu.it/?q=bando_mae_crui
scadenza 5 maggio
Ci aveva pensato..

User avatar
:adamasio:
Posts: 8213
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Lavorare all'estero

Post by :adamasio: » 20 Apr 2009 22:02

Io sto imparando lo svedese... dopo l´inglese, non si sa mai che lo studio mi porti da quelle parti ( e il cuore pure eh!)
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

User avatar
:adamasio:
Posts: 8213
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Lavorare all'estero

Post by :adamasio: » 12 Jun 2009 11:54

Domanda:
qualcuno studia a Venezia? Ca' Foscari?
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

User avatar
Dry
Moderatore Globale
Posts: 2063
Joined: 02 Jan 2009 20:27
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by Dry » 12 Jun 2009 17:12

io no, ma conosco gente che studia/ha studiato là, che succede?
Ci aveva pensato..

User avatar
:adamasio:
Posts: 8213
Joined: 18 Jan 2009 03:29

Re: Lavorare all'estero

Post by :adamasio: » 12 Jun 2009 17:19

Pensavo con molta motivazione di andare a fare la specialistica là... se avete info sul posto in generale etc., anche di seconda mano.. mandetemi un PM, gentilmente.

P.S.: considero Venezia parte della Padania, quindi perfettamente in topic
:sick:
"Signori, voi mi potete dire a casa vostra ciò che vi piace"

User avatar
Dry
Moderatore Globale
Posts: 2063
Joined: 02 Jan 2009 20:27
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by Dry » 12 Jun 2009 17:30

credo sia parecchio difficile trovare un lavoretto a Venezia (centro) soprattutto se non sei veneziano, sono troppo orgogliosi! l'unica è approfittare dell'alto tasso di turismo e quindi informarsi in quei posti che potrebbero essere assaliti da turisti che magari necessitano spesso di aiuto (ristoranti, bar, alberghi, musei..), il solito insomma
Last edited by Dry on 12 Jun 2009 17:31, edited 1 time in total.
Ci aveva pensato..

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 20 guests