Working Class Heroes - Topic sul lavoro

tra un bicchier di vino e un coltello a serramanico
User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Lavorare all'estero

Post by AFX » 25 Jul 2011 16:04

quanto sei pagato all'ora mediamente? (domanda stupida, ma a te come andava?)
8 ore al giorno no?

tu sei stato solo a sydney o anche nella zona di Perth, che dovrebbe essere più turistica-temperata?
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Working Class Heroes - Topic sul lavoro

Post by AFX » 11 Sep 2018 08:37

Ripesco per dire a tutti
https://www.regime-forfettario.it/regim ... efinitiva/

per me, per arrotondare o per completare lo stipendio, questa è la via. Vendere mini consulenze per ciò che si è capace a fare.
Aggiusti impianti elettrici? Ecco la via. Fai il bagnino? Uguale.

Partita IVA a regime forfettario
Es. come consulente di marketing-comunicazione.
Fatturi senza IVA
Non puoi acquistare con partita iva, ma solo fatturare per le tue prestazioni, up to 30k annue di consulenze, non di più.
E di tasse?
Paghi il 15% sul 78% del fatturato senza iva. Cioé su 1.000 euro, paghi il 15% di 780 euro, se non vado errato.
Il resto è tuo, al netto dei contributi pensionistici che darai, ma che ti tornano poi.

Vale per 5 anni.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Working Class Heroes - Topic sul lavoro

Post by AFX » 08 Oct 2018 07:49

https://www.reddit.com/r/LateStageCapit ... h=80e7b704

Image

e i commenti sotto non sono da meno
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
toolipano
Posts: 4134
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by toolipano » 10 May 2021 09:59

Metto qui, anche se non proprio in topic... ma forse anche sì.
Mi si è presentata l'opportunità di cambiare lavoro senza che lo stessi davvero cercando. Il mio lavoro attuale mi piace, ho uno stipendio al di sopra della media, mi permette di avere tanta flessibilità, tanto tempo libero e poco stress. Cambiando lavoro, invece, andrei a prendere un 25% di stipendio in più (una roba proprio fuori mercato rispetto a chiunque conosca della mia età, ma anche più anziani), ma non avrei grandi certezze in termini di qualità della vita e work-life balance.
Il settore rimarrebbe più o meno lo stesso e anche in termini di crescita professionale le due posizioni si equivalgono. Ma a me della carriera importa poco e di sicuro le mie soddisfazioni non deriveranno mai dal lavoro... mi interessa vivere bene.

Vi siete mai trovati a dover prendere decisioni di questo tipo? Sono molto, molto indeciso. Da un lato un posto di lavoro che mi permette di gestire il mio tempo, dall'altro un salto nel vuoto con stipendio alto. Voi che fareste? Rischio e tanti soldi, oppure tranquillità?

Lexicon
Posts: 478
Joined: 29 Dec 2009 12:34

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by Lexicon » 10 May 2021 10:34

Chiaramente dipende dalle tue esigenze.
Ora banalizzo chiaramente, ma se sei in un momento della tua vita che vorresti rimanesse così, hai un lavoro stabile, remunerativo e che ti piace, e non hai particolari aspirazioni professionali -dici che le due posizioni si equivalgono tra l'altro- o progetti di vita come avere figli, cambiare città/nazione o aprire un'attività, non so se scambierei il tempo libero per altro, considerando quanti aspetti puoi coltivare in quei momenti (salute, vita sociale, crescita umana e culturale, hobbies come la musica).

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by AFX » 10 May 2021 10:42

toolipano wrote:
10 May 2021 09:59
Metto qui, anche se non proprio in topic... ma forse anche sì.
Mi si è presentata l'opportunità di cambiare lavoro senza che lo stessi davvero cercando. Il mio lavoro attuale mi piace, ho uno stipendio al di sopra della media, mi permette di avere tanta flessibilità, tanto tempo libero e poco stress. Cambiando lavoro, invece, andrei a prendere un 25% di stipendio in più (una roba proprio fuori mercato rispetto a chiunque conosca della mia età, ma anche più anziani), ma non avrei grandi certezze in termini di qualità della vita e work-life balance.
Il settore rimarrebbe più o meno lo stesso e anche in termini di crescita professionale le due posizioni si equivalgono. Ma a me della carriera importa poco e di sicuro le mie soddisfazioni non deriveranno mai dal lavoro... mi interessa vivere bene.

Vi siete mai trovati a dover prendere decisioni di questo tipo? Sono molto, molto indeciso. Da un lato un posto di lavoro che mi permette di gestire il mio tempo, dall'altro un salto nel vuoto con stipendio alto. Voi che fareste? Rischio e tanti soldi, oppure tranquillità?
Io valuterei l'ambiente di lavoro.
Prova a cercare feedback da ex dipendenti (se non ne conosci, via Linkedin?)
Se dove ti trovi sei felice e non hai bisogno di quello stipendio in più, potresti non voler rischiare, e aspettare che magari siano i tuoi attuali datori di lavoro ad aumentarti lo stipendio, al momento giusto. E tenerti il tempo libero che nel 2021 vale tantissimo, anche per la sanità mentale e per rimanere te stesso.
Altrimenti a parità di condizioni, 25% in più è tanto.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
toolipano
Posts: 4134
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by toolipano » 10 May 2021 11:08

Grazie per i consigli. Sto chiedendo un po' a tutti i miei amici e parenti. Sono davvero indeciso.
Ciò che pensavo di fare è comunicare la cosa al mio attuale datore di lavoro e vedere se hanno voglia di fare uno sforzo per trattenermi. Non chiederei nemmeno di pareggiare l'offerta economica, ma un 10-15% in più. Potrebbe essere un buon compromesso. Il rischio è che mi dicano di no e allora non avrei scelta se non andarmene, anche per una questione di credibilità.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by AFX » 10 May 2021 11:29

toolipano wrote:
10 May 2021 11:08
Grazie per i consigli. Sto chiedendo un po' a tutti i miei amici e parenti. Sono davvero indeciso.
Ciò che pensavo di fare è comunicare la cosa al mio attuale datore di lavoro e vedere se hanno voglia di fare uno sforzo per trattenermi. Non chiederei nemmeno di pareggiare l'offerta economica, ma un 10-15% in più. Potrebbe essere un buon compromesso. Il rischio è che mi dicano di no e allora non avrei scelta se non andarmene, anche per una questione di credibilità.
dipende dal rapporto che hai
per come la vedo io, deve essere il datore di lavoro a capire di avere un asset importante all'interno dell'azienda, e non lasciarselo sfuggire, premiandolo dopo qualche tempo di buona performance. Ci sono dei datori che però fanno i furbi, e se non alzi la cresta, ti lasciano come sei entrato a vita (a me era successo questo per dire), e allora dipende dal rapporto che hai. Per me per esempio fu meglio salutare improvvisamente, piuttosto che mettermi a trattare un aumento che doveva venire da loro sponte. Lo avrei sicuramente ottenuto, ma per diverso tempo sarei stato visto male.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
toolipano
Posts: 4134
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by toolipano » 10 May 2021 11:36

AFX wrote:
10 May 2021 11:29
dipende dal rapporto che hai
per come la vedo io, deve essere il datore di lavoro a capire di avere un asset importante all'interno dell'azienda, e non lasciarselo sfuggire, premiandolo dopo qualche tempo di buona performance. Ci sono dei datori che però fanno i furbi, e se non alzi la cresta, ti lasciano come sei entrato a vita (a me era successo questo per dire), e allora dipende dal rapporto che hai. Per me per esempio fu meglio salutare improvvisamente, piuttosto che mettermi a trattare un aumento che doveva venire da loro sponte. Lo avrei sicuramente ottenuto, ma per diverso tempo sarei stato visto male.
Ma guarda, per quello che ho visto io nel mondo del lavoro se non chiedi non ottieni mai niente. Anzi, spesso con la faccia tosta ottieni di più che con anni di lavoro fatto bene.
L'azienda dove sto ora è abbastanza grande: una multinazionale con oltre 1.000 dipendenti. Il mio diretto superiore sarebbe sicuramente a favore di darmi l'aumento, ma la policy aziendale ad alto livello negli ultimi anni è stata di grande tirchieria rispetto agli stipendi del middle management. Quindi la possibilità che mi dicano di no è concreta. E a quel punto prenderebbero loro la scelta al mio posto e me ne andrei.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 42341
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Salute e Benessere psicofisico

Post by AFX » 10 May 2021 11:42

toolipano wrote:
10 May 2021 11:36
AFX wrote:
10 May 2021 11:29
dipende dal rapporto che hai
per come la vedo io, deve essere il datore di lavoro a capire di avere un asset importante all'interno dell'azienda, e non lasciarselo sfuggire, premiandolo dopo qualche tempo di buona performance. Ci sono dei datori che però fanno i furbi, e se non alzi la cresta, ti lasciano come sei entrato a vita (a me era successo questo per dire), e allora dipende dal rapporto che hai. Per me per esempio fu meglio salutare improvvisamente, piuttosto che mettermi a trattare un aumento che doveva venire da loro sponte. Lo avrei sicuramente ottenuto, ma per diverso tempo sarei stato visto male.
Ma guarda, per quello che ho visto io nel mondo del lavoro se non chiedi non ottieni mai niente. Anzi, spesso con la faccia tosta ottieni di più che con anni di lavoro fatto bene.
L'azienda dove sto ora è abbastanza grande: una multinazionale con oltre 1.000 dipendenti. Il mio diretto superiore sarebbe sicuramente a favore di darmi l'aumento, ma la policy aziendale ad alto livello negli ultimi anni è stata di grande tirchieria rispetto agli stipendi del middle management. Quindi la possibilità che mi dicano di no è concreta. E a quel punto prenderebbero loro la scelta al mio posto e me ne andrei.
Da quanto tempo ci lavori?
Hai feedback dell'altra azienda?

Nel 2020 ci sono state fior di aziendone che non si sono fatte il minimo scrupolo e hanno messo in cassa integrazione i loro migliori e più dedicati dipendenti dopo 10 gg di lockdown, e poi per mesi ce li hanno tenuti. Conta anche questo, se un'azienda non ti lascia a piedi nel momento di difficoltà, ma se ha le spalle grosse e le soluzioni per risolvere gli imprevisti, anche in tuo favore.

Vero che la faccia tosta conta, purtroppo. Io credo che se vuoi guadagnare, o sei manager in una grande azienda che può permetterselo, o devi metterti in proprio quando hai maturato sufficiente esperienza e sai venderti bene.
DoYouRealize

follow me on Twitter

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 15 guests