Social Networks

tra un bicchier di vino e un coltello a serramanico
toolipano
Posts: 3315
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Social Networks

Post by toolipano » 23 May 2018 08:47

faulty wrote:
22 May 2018 16:37
toolipano wrote:
22 May 2018 15:24
si bé però un conto sono dati aggregati e anonimi, un altro dati tramite cui profilare la propria persona. La mossa di simoirs ha senso eccome. Facebook userà i suoi dati per creare pattern e profili di utenti/consumatori medi, ma non potrà creare contenuti specifici per l'utente/consumatore simoirs
Ma i dati aggregati non sono anonimi. Girano intorno al nome, cognome, email, cellulare. Questi elementi accoppiano un profilo facebook alla sua controparte su instagram, whatsapp, e qualsiasi altro sito su cui si è fatto login via fb.
La mossa di simoirs ha senso solo se lui non vuole che qualcuno vada a spulciargli il profilo per andare a vedere cosa pubblicava nel 2011 ad esempio, per tutto il resto non serve a niente e Facebook continuerà a vendergli pubblicità in base a tutto ciò che ha pubblicato, anche se è stato cancellato.

La nostra "persona digitale" è a uso e consumo di queste piattaforme private, senza che nessuno di noi legga i termini di servizio con cui questi dati verranno trattati. Questi stessi termini possono essere cambiati unilateralmente dalle aziende che detengono queste informazioni in qualsiasi momento com'è già successo in passato, e nessuno può dire cosa accadrà in futuro con piattaforme come queste che si evolvono a ritmi serrati.
Il periodo con cui si guardava con ottimismo intransigente a queste aziende è passato, ma ormai hanno un peso troppo grande nelle nostre vite per tirarcene fuori. E' importante sviluppare una consapevolezza minima delle dinamiche che si celano dietro questi strumenti per capire come usarli in maniera responsabile.
non è proprio così, perché le aziende non possono disporre di dati obsoleti a piacimento per fare profilazione. Tutto questo tralasciando il fatto che un dato vecchio di diversi anni difficilmente viene utilizzato per scopi di marketing, perché poco indicativo.

Rispondendo ad Ariprne, il problema con la profilazione è che ci sono aziende che grazie ai dati hanno tantissimo potere. Un potere che può essere prima di tutto commerciale (dandogli un vantaggio competitivo su aziende più piccole che non hanno la capacità di gestire metadati) e poi, e questo è il guaio principale, politico/sociale. Non si tratta solo di influenzare il voto poi, ma di creare vere e proprie idee di società e modi di vivere/pensare. Oltretutto immagina la pericolosità se poi questi metadati "elaborati" (quindi senza possibilità/volontà di risalire ai dati originali) venissero utilizzati o rivenduti da aziende e società che ci dividono sulla base dei nostri interessi/ideali/obiettivi: il rischio è che la presunzione di chi tu sia e di cosa potresti fare, diventi più importante di chi tu sei e fai veramente. Questo potrebbe avere conseguenze devastanti sui modi in cui sono organizzate le nostre società, i nostri sistemi politici, i nostri sistemi giuridici, ecc..
E' un settore che va regolamentato il più possibile. In Europa si sta facendo già molto, nel resto del mondo molto meno
"Ecco, i Tool hanno fatto un capolavoro e tre Catherine Deneuve." [cit. Alka]

User avatar
faulty
Posts: 1051
Joined: 27 Jan 2009 22:39

Re: Social Networks

Post by faulty » 23 May 2018 12:57

toolipano wrote:
23 May 2018 08:47
non è proprio così, perché le aziende non possono disporre di dati obsoleti a piacimento per fare profilazione.
Hai provato a scaricare una copia dei tuoi dati personali da Facebook? Io nel mio archivio ci ho trovato ogni dettaglio della mia attività sul sito fin dalla mia iscrizione nel 2008, alla faccia dei dati obsoleti. Magari non saranno più utili ai fini commerciali perché vecchi, ma li trattengono eccome, anche perché come hai detto c'è poca regolamentazione a riguardo. Nel video che ha postato Ninarena addirittura Google pensa di tramandare i dati raccolti anche dopo la morte dell'individuo, allo scopo di creare una specie di libro mastro di tutta l'umanità.

toolipano
Posts: 3315
Joined: 07 Jan 2009 16:14

Re: Social Networks

Post by toolipano » 23 May 2018 12:58

faulty wrote:
23 May 2018 12:57
toolipano wrote:
23 May 2018 08:47
non è proprio così, perché le aziende non possono disporre di dati obsoleti a piacimento per fare profilazione.
Hai provato a scaricare una copia dei tuoi dati personali da Facebook? Io nel mio archivio ci ho trovato ogni dettaglio della mia attività sul sito fin dalla mia iscrizione nel 2008, alla faccia dei dati obsoleti. Magari non saranno più utili ai fini commerciali perché vecchi, ma li trattengono eccome, anche perché come hai detto c'è poca regolamentazione a riguardo. Nel video che ha postato Ninarena addirittura Google pensa di tramandare i dati raccolti anche dopo la morte dell'individuo, allo scopo di creare una specie di libro mastro di tutta l'umanità.
si ma da un punto di vista giuridico c'è una differenza sostanziale tra detenere i dati e usarli per fare profilazione
"Ecco, i Tool hanno fatto un capolavoro e tre Catherine Deneuve." [cit. Alka]

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40703
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Social Networks

Post by AFX » 28 Jul 2018 16:37

https://www.corriere.it/economia/18_lug ... 2c90.shtml

è proprio vero. Facebook è dominio di gente che un tempo non sapeva neanche accendere un computer, di gente culturalmente arretratissima.
Il cruccio di Zuckenberg dei prossimi mesi, la sfida dei prossimi anni sarà la disaffezione degli utenti costretti tutti i giorni a districarsi tra fake news, falsi account e crescente invasione sul social di pubblicità e politica
il valore della pubblicità dipende da noi, dal tempo che spendiamo su queste piattaforme, dagli spot che clicchiamo e dai minuti che restiamo online. E forse siamo un po’ stanchi di fare le slot machine.
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1745
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Social Networks

Post by Homunculus1510 » 28 Jul 2018 17:18

AFX wrote:
28 Jul 2018 16:37
https://www.corriere.it/economia/18_lug ... 2c90.shtml

è proprio vero. Facebook è dominio di gente che un tempo non sapeva neanche accendere un computer, di gente culturalmente arretratissima.
Il cruccio di Zuckenberg dei prossimi mesi, la sfida dei prossimi anni sarà la disaffezione degli utenti costretti tutti i giorni a districarsi tra fake news, falsi account e crescente invasione sul social di pubblicità e politica
il valore della pubblicità dipende da noi, dal tempo che spendiamo su queste piattaforme, dagli spot che clicchiamo e dai minuti che restiamo online. E forse siamo un po’ stanchi di fare le slot machine.
Non solo Facebook, eh. Facebook è lo specchio più evidente, è il più diffuso e quello che permette di avere successo anche senza nulla di nulla da dire, ma è così su ogni piattaforma che ci sia, dal social network al tavolino del bar.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2005
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Social Networks

Post by Messer Dino Compagni » 28 Jul 2018 18:06

Sarebbe bello creare un movimento di adesione a chiudersi l'account facebook fornendo agli amici gli altri indirizzi social dove scambiarsi informazioni. Mettere in ginocchio una multinazionale riappropriandoci -seppur in modo fittizio- del nostro diritto di consumatori-consumati ci farebbe star bene, for a while.
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

User avatar
AFX
Amministratore
Posts: 40703
Joined: 02 Jan 2009 17:05
Contact:

Re: Social Networks

Post by AFX » 28 Jul 2018 18:31

Messer Dino Compagni wrote:
28 Jul 2018 18:06
Sarebbe bello creare un movimento di adesione a chiudersi l'account facebook fornendo agli amici gli altri indirizzi social dove scambiarsi informazioni. Mettere in ginocchio una multinazionale riappropriandoci -seppur in modo fittizio- del nostro diritto di consumatori-consumati ci farebbe star bene, for a while.
avevo segnalato VERO tempo fa, un social ibrido fra Instagram e FB
DoYouRealize

follow me on Twitter

User avatar
rick81
Posts: 1719
Joined: 01 May 2012 20:27

Re: Social Networks

Post by rick81 » 28 Jul 2018 22:20

sarebbe meraviglioso, ma a parte poca gente come noi, chi aderirebbe? tutti vogliono contare qualcosa, non tirarsene fuori..

telegram?

User avatar
Homunculus1510
Posts: 1745
Joined: 28 Jan 2010 00:09

Re: Social Networks

Post by Homunculus1510 » 29 Jul 2018 13:07

Messer Dino Compagni wrote:
28 Jul 2018 18:06
Sarebbe bello creare un movimento di adesione a chiudersi l'account facebook fornendo agli amici gli altri indirizzi social dove scambiarsi informazioni. Mettere in ginocchio una multinazionale riappropriandoci -seppur in modo fittizio- del nostro diritto di consumatori-consumati ci farebbe star bene, for a while.
Il problema è che Facebook è spesso davvero utile. Penso, ad esempio, ai gruppi di studenti che si scambiano appunti o robe varie e, soprattutto, agli eventi. Quando ero a Milano io quasi tutti i concerti meno mainstream che ho visto li ho scoperti così, tra un like di Starn o un "Mi interessa" di Francesz o che so io. E trovare un'altra piattaforma che possa offrire una rete così larga non c'è, e difficilmente si creerà dal nulla.
AFX wrote:
28 Jul 2018 18:31
Messer Dino Compagni wrote:
28 Jul 2018 18:06
Sarebbe bello creare un movimento di adesione a chiudersi l'account facebook fornendo agli amici gli altri indirizzi social dove scambiarsi informazioni. Mettere in ginocchio una multinazionale riappropriandoci -seppur in modo fittizio- del nostro diritto di consumatori-consumati ci farebbe star bene, for a while.
avevo segnalato VERO tempo fa, un social ibrido fra Instagram e FB
Sì ma era un social nato morto. Non puoi creare un social che fa esattamente le stesse cose di altri social sperando di riuscire a sfondare, non ha senso.
rick81 wrote:
28 Jul 2018 22:20
sarebbe meraviglioso, ma a parte poca gente come noi, chi aderirebbe? tutti vogliono contare qualcosa, non tirarsene fuori..
Questa è la vera discriminante per avere una grandissima quantità di pubblico. Un social che conta solo su persone mediamente più intelligenti, per la legge dei grandi numeri, non avrebbe mezzi per sostenersi, neanche se facesse pagare un mensile.
rick81 wrote:
28 Jul 2018 22:20
telegram?
Ma non è un social, è impossibile usarlo come tale. Qualche settimana fa c'era una ragazza che conosco grazie a twitter aveva creato un canale telegram con un'idea un po' romantica in cui poteva scrivere chiunque, ma
-non si vedono i nomi di chi scrive, quindi è abbastanza complicato seguire il discorso
-tempo due giorni e le dinamiche erano quelle di un gruppo FB qualsiasi tipo diesagiowave o deerwaves.
Why should we feel bad for what we've done? We still got the taste dancing on our tongues.

User avatar
Messer Dino Compagni
Posts: 2005
Joined: 08 Sep 2014 13:52

Re: Social Networks

Post by Messer Dino Compagni » 29 Jul 2018 13:27

Vero che è utile. Ma se la discriminante è passarsi gli appunti ci sono millemila altri modi compreso il cloud. Se invece è per gli eventi basterebbe avere un account fake con quei 15 amici di cui ti fidi. E fb sarebbe ridotto a non contare più un cazzo. Il problema vero è che lo usano soprattutto i poveri (in senso economico-sociale).
Ruin has come not in fire nor in ashen rain
Only in turgid silence, hangin', flayed.

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 8 guests