Broken Social Scene – Hug of Thunder

Broken Social Scene – Hug of Thunder

La fiducia che nel nostro salottino dei bottoni si respirava dall’uscita di Halfway Home, prima anticipazione del ritorno dei Broken Social Scene, è diventata assoluta certezza non appena abbiamo messo occhi e orecchie sui 40 minuti scarsi live dagli studi della radio americana KCRW: verve, sguardi, presenza, tutto perfettamente armonizzato in nuovi pezzi che parevano già classici navigati. Hug of Thunder segna il ritorno della band-collettivo canadese dopo sette anni e pare un ritorno ancor più perentorio di quanto fosse stato all’epoca Forgiveness Rock Record. Da una rilettura lievemente calcata di alcune dichiarazioni del frontman Kevin Drew, sarebbero stati gli attentati del 2015, e l’urgenza di rispondervi con la musica, la scintilla per un re-innesco che probabilmente sobbolliva in pentola da un po’. Sta di fatto che il gruppo si è riunito al gran completo (una quindicina di membri, Leslie Feist inclusa) e ha distillato in 53 minuti circa sedici anni di Broken Social Scene, portando la forma al massimo della concisione senza rinunciare alla propria ricchezza caleidoscopica. Dagli episodi uptempo e innodici a gemme umbratili come “Gonna Get Better”, mantenendo la vocazione militante di sempre, l’album trascina e trasmette la stessa spinta alla condivisione che pare abbia mosso i suoi creatori. Speriamo di cuore che la prossima tornata europea includa un passaggio dalle nostre parti per poterci godere Hug of Thunder live, nella sua dimensione elettiva. Nel frattempo, comunque, c’è di che gioire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi