Report Rockville 14/09/2014 Parte 1

Quando il report fu creato, il messaggio subliminale era chiaro: semplificare la cernita e la consultazione e rendere rapido l’accesso alla quantità di materiale che ormai anche l’universo indie produce. Insomma, venirvi incontro. D’altronde siamo nel tempo in cui la comunicazione che funziona è quella accorciata, quella di Twitter e dei microvideo di Vine. Serve per raccogliere imbeccate anche al di fuori degli approfondimenti che meritano di restare tali. Cosa allora di più abbreviato di un aggettivo? I lavori messi a vostra disposizione nel secondo round Rockville 2014 sono uno scaffale originale. Ci sono il variopinto, il presunto autentico, l’archiviato e l’archiviabile, il retorico, il marginale, il radiofonico e lo stucchevole. Quindi nomi come Neil Young, Antlers, Conor Oberst, Little Barrie, Trouble with Templeton, Dry The River e First Aid Kit. E accoppiate come Ought + Hiss Tracts o King Buzzo + Manic Street Preachers. Tutto ha un senso, la questione è solo quella di trovare gli abbinamenti giusti… (Luca Momblano).

The Trouble With Templeton
Rookie
78
/100
Inventions
Inventions
76
/100
Conor Oberst
Upside Down Mountain
74
/100
Pink Mountaintops
Get Back
59
/100
Paws
Youth Culture Forever
73
/100
First Aid Kit
Stay Gold
74
/100
Emma Ruth Rundle
Some Heavy Ocean
78
/100
The Antlers
Familiars
79
/100
Vikesh Kapoor
The Ballad of Willy Robbins
53
/100
Eels
The Cautionary Tales of Mark Oliver Everett
80
/100
Thot
The City That Disappears
73
/100
Little Barrie
Shadow
60
/100
Band of Skulls
Himalayan
66
/100
Ought
More Than Any Other Day
80
/100
Hiss Tracts
Shortwave Nights
79
/100
Linda Perhacs
The Soul of All Natural Things
69
/100
Manic Street Preachers
Futurology
52
/100
Eugene McGuinness
Chroma
62
/100
Merchandise
After the End
72
/100
J Mascis
Tied to a Star
83
/100
Jack White
Lazaretto
78
/100
Goat
Commune
73
/100
King Buzzo
This Machine Kills Artists
59
/100
Social
Info
Report Rockville 14/09/2014 Parte 1

Report Rockville 14/09/2014 Parte 1

Naviga il report:

1 2
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo