Report Made in Italy 03/07/2014 Parte 1

Secondo report della sezione “Made in Italy” ovvero tutti i dischi italiani che abbiamo ascoltato da marzo a giugno. Il rock nelle sue diverse sfumature e le incursioni psichedeliche caratterizzano i lavori migliori di questa primavera. Riguardo ai ritorni attesi, come prevedibile, per alcuni pollice alto (anche se il disco italiano dell’anno probabilmente non sarà tra questi) mentre di altri le nostre orecchie avrebbero fatto volentieri a meno. Le quote rosa restano in minoranza, ma sono degnamente rappresentate da abili cantautrici molto diverse fra loro. Qui di seguito dunque i nostri pareri – e come sempre vi invitiamo a dire la vostra nel nostro forum. A cura di Francesca Scozzarro.

Altre di B
Sport
70
/100
Barbara Cavalieri
So Rare
63
/100
Boxerin Club
Aloha Krakatoa
69
/100
Bud Spencer Blues Explosion
BSB3
75
/100
Dinosauri
Aloha
58
/100
Elli de Mon
Elli de Mon
71
/100
Evacalls
Seasons
58
/100
Foxhound
In primavera
74
/100
Godblesscomputers
Veleno
73
/100
Il Pan del diavolo
FolkRockaBoom
74
/100
Johann Sebastian Punk
More Lovely and More Temperate
75
/100
Lo Stato Sociale
L'Italia peggiore
59
/100
Lume
Lume
67
/100
Majakovich
Il primo disco era meglio
73
/100
Maria Antonietta
Sassi
67
/100
Ninos du Brasil
Novos Mistérios
72
/100
Social
Info
Report Made in Italy 03/07/2014 Parte 1

Report Made in Italy 03/07/2014 Parte 1

Naviga il report:

1 2
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo