Cayucas • Dancing at the Blue Lagoon (2015)

articolo di

La copertina di Dancing at the Blue Lagoon mette subito le cose in chiaro. Un immaginario fatto di caldo, estate e California sono alla base della proposta dei Cayucas, band americana al secondo album su Secretly Canadian. La maggior parte dei brani provano a raccogliere la lezione dei Vampire Weekend senza emularne però il risultato finale, un po’ come era accaduto nell’album di debutto. Le buone idee – a sprazzi – ci sono, ma sono state partorite da altre menti e qui vengono semplicemente riprodotte su scala ridotta. A conti fatti dunque cosa resterà di questo disco? Qualche motivetto che ben si intona con la stagione estiva c’è, come in “Moony Eyed Walsur” e “Hella” e poco altro. Il brano di apertura “Big Winter Jacket” poteva essere un punto di partenza per provare a fare qualcosa di diverso e invece resta un caso isolato. Un disco nella media di una band nella media.

Social
Info
Cayucas (2015) Dancing at the Blue Lagoon

Cayucas

Dancing at the Blue Lagoon

2015 • sunny brit rock

64
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo