The Men • Open Your Heart (2012)

articolo di

Non è ben chiaro se il nome della formazione sia da intendersi à la The Smithso se invece lasci trasparire una certa presunzione; quel che è certo, è che per una “Oscillation” si potrebbero sprecare tutti gli aggettivi presenti nel bagaglio del classico ascoltatore di rock ruvido. Molto di più, però, sorprende lo shoegaze spinto di “Please Don’t Go Away”, soprattutto perché rappresenta il cuore di un disco dall’attitudine fondamentalmente punk rock, con alcuni esaltanti episodi esploratori e altri che, tutto sommato, lasciano qualche dubbio in termini d’ispirazione e durevolezza. Per i delusi di Motorpsycho, Queens of the Stone Age, dei reduci del rock alternativo più duro e chiassoso degli anni ’90.

Social
Info
The Men (2012) Open Your Heart

The Men

Open Your Heart

2012 • hardcore shoegaze punk

75
/100

Archivio:

Links
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo