Chris Cornell • Higher Truth (2015)

articolo di

Un tempo ce la saremmo presa di più. Come del resto è accaduto all’uscita di Euphoria Morning, il suo primo solista datato autunno 1999, che all’epoca sembrava già una pietra dello scandalo, la caduta di stile di uno dei miti fino ad allora più integri dell’era grunge, poi rivalutato solo perché ciò che è venuto dopo è stato addirittura più… Gesù, non è possibile commentare di nuovo quella roba. Con questa premessa, Higher Truth non è una porcheria tipo quelle che il buon Cornell è stato in grado di partorire negli anni precedenti alla dignitosa reunion dei Soundgarden, e purtroppo non è neanche l’album che avrebbe dovuto mettere assieme quando era in grado di produrre pezzi come “Seasons” o “Sunshower”. Anzi, si fatica ad arrivare in fondo, perché in troppi brani non si capisce che bisogno c’è di gracchiare su note così alte che fanno scappare anche i cani. Eppure nonostante qualche pacchianata di troppo, non ce la sentiamo di abbattere la scure contro una prova che tutto sommato suona pulita e a tratti perfino sanamente ispirata, senza strafare né cercare chissà quale improbabile soluzione di arrangiamento, come accadeva appunto in Euphoria Morning. Fossero state più spoglie e vi si fosse ritrovato un minimo di live sound, queste quindici canzoni sarebbero suonate tanto più vere di quelle che in realtà già sono, invece di evidenziare un po’ troppo la fase di post-produzione in studio. Perché altrimenti è evidente lo sforzo e l’ingegno artistico nel songwriting, è chiara la consapevolezza di intenti, e c’è perfino qualche performance degna del passato ormai remoto, che giustifica l’acquisto da parte del fan ormai con i capelli bianchi (se ne ha ancora) e la nostra sufficienza un po’ stiracchiata. Al contrario di altri divi del grunge, non ha mai fatto la paternale ipocrita a nessuno Chris Cornell. Non si è fatto mettere in mezzo neanche quando ha fatto comunella con Tom Morello e soci. Perché uno si dovrebbe scandalizzare nel 2015 se a 51 anni pubblica un disco di mid-tempo elettroacustiche?

Social
Info
Chris Cornell (2015) Higher Truth

Chris Cornell

Higher Truth

2015 • mid-tempo rock

61
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo