J Mascis • Tied to a Star (2014)

articolo di
J Mascis (2014) Tied to a Star

Come può un uomo influenzare almeno due generazioni di artisti, essere il prima e il dopo di un genere che si è ramificato nel tempo, mantenersi coerente e imporre quasi per osmosi uno stile diventato marchio di fabbrica? E poi chiudere una grande esperienza, riaprirla a piacimento, concedersi anche al divertissement, restare se stesso e non perdere un grammo del proprio delizioso, scarno, invidiato stile compositivo? Tied to a Star non è la risposta. È il consolidarsi della domanda. È il tempo che passa come un camion sopra ogni cosa, anno domini 1990 oppure 2014, ovvero la sintesi delle due cose. Perché il tempo è un concetto che si annulla di fronte a questo J Mascis, nuovo episodio solista dell’artista della terra di Emily Dickinson, solitario, schivo, unico nel suo genere. Un lavoro che, al solito, fa capitolo a sè ma che rappresenta il perfezionamento del Mascis solista, ideale primo album a proprio nome per creatività artistica, incastonato idealmente nel mezzo tra due capisaldi come Where You Been e Without a Sound quando la fama era ancora sotto l’egida Dinosaur Jr. Eccolo, lì in mezzo sarebbe da mettere Tied to a Star se il concetto di discografia fosse uno stato gassoso e non un pezzo solido della vita musicale. Anche nel rock cosiddetto alternativo. Che ha avuto in J un alfiere di lungo corso. Lui cosa fa allora? Non si fa compatire, non si prende applausi per i bei tempi che furono. Non cambia una virgola per cambiare tutto, i volumi (non dal vivo) li ha smorzati da tempo, le timbriche fanno ancora invidia (provate “Heal the Star”). Tanto un pezzo come “Every Morning” non lo sa ancora scrivere nessuno. Cat Power e Pall Jenkins (Black Heart Procession) vogliono esserci per la gloria, per l’amicizia, non per altro. “Stumble” è il seguito logico di quella gemma che porta il nome di “Not The Same” (twenty years ago, guys), “Trailing Off” celebra il gusto unico di un artista che dovrebbe tenere corsi all’ultimo anno di liceo. Detta così, sembra che J Mascis sia tornato per tritarli tutti. Invece no, Tied to a Star è un album infine introspettivo, acustico ed elettrico, che non svela ancora il segreto del perché il suo La Minore sia diverso da tutti gli altri. Forse non lo si saprà mai. “Me Again”. Basta la parola.

Social
Info
J Mascis (2014) Tied to a Star

J Mascis

Tied to a Star

2014 • alt rock hero

83
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo