Skee Mask • Shred (2016)

articolo di

Quando ci si trova davanti a copertine raffiguranti montagne, si accende la spia del déjà-vu. Ecco che tornano alla memoria il nirvana meditativo di Substrata, le cime ghiacciate e post-apocalittiche di Kid A, il terrore inconscio di Part Two: The Endless Not. Non solo brezza rinfrescante e nevoso candore, quindi: le altitudini ardue da raggiungere possono prestarsi a più interpretazioni. Pare che Skee Mask, DJ tedesco dal background completamente oscuro, abbia realizzato il suo debutto fondandosi su questo principio: perché limitarsi a una singola visione, a un’unica atmosfera? Shred è un compendio di esperienze vissute a migliaia di metri d’altezza. L’inizio ambient è prevedibilmente sereno ed estatico, con una “HAL Conv.” cugina del disco di Segue uscito tre anni fa, ma la via prende subito una direzione alternativa, con la tribalità e il mistero di “Autotuned”, fino a giungere a una destinazione inaspettata: parte “Melczop 2” e siamo in uno stroboscopico rave ad alta quota. L’accostamento d’immagini non è poi così surreale, anche perché non c’è niente da fare, la cassa distruttrice e gli snares e hi-hats direttamente dalla techno anni ’90 vi afferrano e fanno quello che vogliono di voi. Sembra di rivedere gli Orbital alla massima potenza; anzi, se fate attenzione noterete il logo di MTV in alto a destra sullo schermo. È sorprendente come elementi così eterogenei si uniscano in maniera naturale, ma non è finita qui, perché in “Zenker Haze Trak” l’artista teutonico mischia insieme beat garage e synth rimbalzosi à la Shed: modernità dopo il colpo nostalgico. La sua arma segreta è proprio questa: la contrapposizione, fusione di ritmo e riflessione. Movimento e introspezione. In mezzo a tutti i bassi si trovano paesaggi con viste mozzafiato e profondi stati emotivi, istantanee dell’animo come la malinconica “Panorama” o l’eterea “Shred 08”. Skee Mask comincia dunque nel migliore dei modi la sua carriera, dopo due EP in cui non aveva ancora esplorato del tutto la sua dimensione sonora.

Social
Info
Skee Mask (2016) Shred

Skee Mask

Shred

2016 • altitude beats

81
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo