Kuedo • Severant (2011)

articolo di
Jamie Teasdale, in arte Kuedo, ma già conosciuto per il suo splendido lavoro col duo Vex’d, ha messo a segno uno dei dischi più appetibili di questo ricchissimo 2011 elettronico. Si tratta di Severant, un debutto destinato a un pubblico ben più ampio di quello della nicchia dubstep, e capace di abbracciare sonorità che rimandano a concetti IDM, hypnagogic e addirittura della kosmische musik. Il prodotto è sorprendente, non solo perché arrivato dalla metà più tecnologica e se vogliamo radicale del progetto Vex’d, ma soprattutto per l’amalgama finale, che appunto riesce a raccogliere sia futurismi sci-fi che retroavanguardie Seventies in un colpo solo e ben assestato, diretto in pieno volto. Qualcuno tra le 15 tracce riconosce perfino Tangerine Dream, Vangelis e l’ideale seguito della colonna sonora di Blade Runner, figuriamoci! Così facendo, Jamie ha realizzato qualcosa di certamente più ruffiano, ma che come un vino invecchiato in botte grande riesce a mantenere tutti i sentori del frutto, appare sin dal primo approccio elegante e ricco nel bouquet di suoni, così da poter far concorrenza al tanto venerato Four Tet. Sia quando si spazia attraverso atmosfere sospese (“Ant City”, “Memory Rain”) che quando si corre a velocità sostenuta (su tutte l’irresistibile “Onset (Escapism)”), Severant non perde mai la bussola, il compasso e il coltello a serramanico, risultando compatto et negli umori (tutto sommato melanconici) et nella qualità effettiva assoluta delle singole tracce, il tutto senza mai rinnegare le radici urban e – seppur solo di sfuocato confine – dubstep. Non ci è ancora dato di sapere se questo da single diverrà per Teasdale il progetto di vita principale. Stando alla Planet Mu, l’entità Vex’d è tuttora viva e lotta insieme a noi, ma effettivamente, considerando che lo stesso Cloud Seed era composto soprattutto di materiale già datato, l’ipotesi che Kuedo sostituisca Vex’d non è da ritenersi inverosimile. Staremo a vedere. Nel frattempo è convinto l’applauso per l’esordio solista.
Social
Info
Kuedo (2011) Severant

Kuedo

Severant

2011 • retroavantgardstep

84
/100

Archivio:

Links
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo