Earl Sweatshirt • Doris (2013)

articolo di

Solidissimo è il debutto/ritorno del più giovane dell’ormai celeberrima OFWGKTA, la crew di Los Angeles che sta sfornando giovani talenti dal 2007. L’intento dell’album è chiaro: mettere da parte certe velleità puerili da uomo dannato e ribelle che caratterizzavano il primo mixtape Earl, datato 2010, e allargare la proposta a pezzi che lasciano campo libero allo scorrere fluido di versi e rime, che vengono fuori dalla bocca del 1994 con una naturalezza che farà sicuramente invidia a artisti ben più anziani. In questo disco, come affermato dallo stesso giovane artista, non si parla più di violenza d’ogni sorta (vedi “Epar” dal vecchio mixtape); le tematiche fanno ancora riferimento ad un retaggio adolescenziale o post adolescenziale (come l’abbandono del padre, il difficile rapporto con la madre) per ovvi motivi anagrafici, ma il tutto non risulta infantile o naïf. Inoltre la presenza di molte guest star garantisce una certa varietà al tutto, come RZA e Mac Miller tra i collaboratori esterni alla crew. In “Chum” troviamo il lato più intimistico del ragazzo, grigio come la tetra copertina, mentre non mancano momenti marcatamente più Odd Future, in particolare quelli in cui è presente Tyler, the Creator, dove l’influenza dell’amico/padrino è più che evidente (“Whoa”, “Sasquatch”). Degno di nota tra i tanti, “Hoarse”, dove vige una memorabile atmosfera da western metropolitano. E se non bastasse per convincere sulla qualità della proposta,va ricordato che in quasi metà delle tracce la firma alla produzione delle basi porta il nome dello stesso Earl, come l’intermezzo “523”, dal sapore Madvillain. 19 anni e non sentirli per il giovane figlio di un poeta e di una professoressa universitaria, magari la reclusione forzata nelle Samoa voluta dalla madre ha contribuito alla sua maturazione.

Social
Info
Earl Sweatshirt (2013) Doris

Earl Sweatshirt

Doris

2013 • odd rap

79
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo