Flume • Flume (2013)

articolo di

Solo vent’anni, eppure Herley Stretan, ragazzino dietro al progetto Flume, si dimostra già completo padrone dei propri mezzi, abilissimo nel sintetizzare tutte le proprie conoscenze musicali in un LP veramente pregevole. La fitta rete di richiami costantemente presente non intacca minimamente la spensierata freschezza dell’ascolto ma al contrario lo impreziosisce di innumerevoli influenze: incredibile che il tutto sia stato concepito da un’unica persona. Residente a Sydney, dove è già considerato una star, risuona ormai da novembre nella macchina di tutti nella terra dei canguri, in attesa di sbarcare nel resto del mondo grazie alla pubblicazione globale da parte della Trasgressive Records (The Antlers, Foals, Neon Indian) a febbraio inoltrato. L’album ha tutte le carte in regola per farsi conoscere da tutti e gli auguriamo di raggiungere il successo conseguito in patria anche fuori dall’emisfero australe.

Social
Info
Flume (2013) Flume

Flume

Flume

2013 • electro pop

80
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo