Dimartino • Un paese ci vuole (2015)

articolo di

Due anni dopo l’EP Non vengo più mamma Antonio Di Martino e compagni abbandonano gli orpelli utilizzati in quella manciata di brani e tornano alla sostanza che li ha fatti diventare grandi: la forma canzone declinata in una poetica italiana cantautoriale. Il concept è tutto nel titolo del disco. La citazione, ripresa per esteso nel ritornello del pezzo “Le montagne”, è tratta dal romanzo di Cesare Pavese La luna e i falò. Un paese ci vuole è ambientato in Sicilia, ma in fondo rappresenta tanti microcosmi che popolano il nostro Stivale. Il cartellone giallo dell’ufficio postale e il vestito buono della domenica de “La vita nuova”; il bar centrale che popola “Da cielo a cielo” e la processione che attraversa “L’isola che c’è” in un giorno di festa sono indicatori che non caratterizzano una precisa zona dell’Italia, ma una determinata entità geografica, quella del piccolo centro. Per fare un Paese servono quelli che restano, quelli che passano, quelli che se ne vanno e – proprio come nel romanzo di Pavese – quelli che tornano. Musicalmente il disco utilizza la stessa tavolozza che ha colorato l’ottimo Sarebbe bello non lasciarsi mai ma abbandonarsi ogni tanto è utile. Chitarre pulite, una sezione ritmica che porta energia solo quando serve, archi, fiati, piano o tastiere ripercorrono la tradizione italiana con eleganza e senso della misura. Buono anche il contributo degli ospiti. In “Una storia del mare” Francesco Bianconi dei Baustelle narra l’inverno malinconico e solitario di una non identificata località balneare. A Cristina Donà è affidata invece la (degna) conclusione del disco col brano “I calendari”. Originale anche la presentazione del lavoro, disponibile in anteprima dal 3 aprile in 300 paesi italiani muniti di postazioni per lo streaming del disco. Un mix di vecchio e nuovo e un invito a (ri)scoprire la dimensione locale. Dodici cartoline che segneranno il made in Italy cantautoriale 2015.

Social
Info
Dimartino (2015) Un paese ci vuole

Dimartino

Un paese ci vuole

2015 • cantautore

78
/100

Archivio:

Links
Media
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo