Subsonica • Eden (2011)

articolo di

Non siete riusciti a bissare Microchip Emozionale. Se la saranno sentita ripetere molte volte i Subsonica questa frase, probabilmente ad ogni nuovo disco. Succede a tutti i gruppi, in Italia soprattutto, di avere una fetta di pubblico che rimane attaccata a un album chiave degli inizi e che puntualmente ad ogni nuova pubblicazione lo rivendica criticando il nuovo materiale. No, Eden non riesce a bissare Microchip Emozionale come non bissa Amorematico e nemmeno L’Eclissi. E l’impressione è che gli stessi Subsonica, preparando questo sesto capitolo, già sentissero che stavolta avrebbero ricevuto qualche lamentela in più, tanto che il fatidico verso nel testo di “Benzina ogoshi” sembra giusto mettere le mani avanti. I cinque di Torino sono un gruppo importante nel panorama italiano, hanno inventato un genere combinando sonorità dance, pop e funk in chiave (superficialmente) elettronica, e mantenendo – al contrario di quanto spesso avviene – attenzione particolare per la scrittura dei testi. Hanno anche saputo unire un pubblico eterogeneo: dal frequentatore di discoteche e club all’ascoltatore di rock alternativo made in Italy. Ecco perchè bisogna essere onesti e dire che Eden non è decisamente all’altezza dei suoi predecessori. Hanno scelto una strada diversa, l’oscurità de L’Eclissi ha lasciato spazio a ritmi più leggeri (e fin qui niente di male) ma soprattutto a testi decisamente inferiori allo standard al quale ci avevano abituato, privi di incisività e personalità. Probabilmente troverà consensi da chi in loro ha sempre ricercato musica per divertirsi, per ballare senza pensare. Allo stesso tempo lascerà probabilmente deluso chi li ha apprezzati per la ricercatezza espressiva che faceva sì che la loro musica si facesse ascoltare con decisione. Questa volta non convincono.

Social
Info
Subsonica (2011) Eden

Subsonica

Eden

2011 • electro rock

50
/100

Archivio:

Links
Legenda
Oro: disco chiave, impresincibile
Mercurio: a un passo dall'eccellenza
Argento vivo: brillante conferma
Rame: ottimo esordio
Antimonio: grande, inatteso ritorno
Zolfo: interessante, buono
Stagno: intorno alla sufficienza
Piombo: aurea mediocritas
Ferro: crosta, insufficiente
Disgustorama: pietra dello scandalo