Scritta da Francesca Scozzarro • punk sgradevole

Acqua azzurra, Totò Riina è il quarto album dei Luminal, il secondo dal cambio formazione e della nuova direzione artistica. Il secondo proiettile, dopo Amatoriale Italia di due anni fa, netto e preciso, che fa centro proprio lì dove l’occhio mirava. Si possono definire semplicisticamente punk per la schiettezza, la velocità delle tracce, hardcore per il piglio, le parole, il frastuono, vegamente wave per le tinte scure, l’ossessività…

Scritta da Alessio Dainelli • dream pop

L’esordio come solista della cantautrice salentina Matilde Davoli, già membro di Studiodavoli e Girl with the Gun, è un album dal forte respiro internazionale, risultato del lavoro di un’artista senza dubbio raffinata ed al passo con i tempi, qui anche nelle vesti di produttrice ed ingegnere del suono. Dieci convincenti esempi di pop elettronico con testi rigorosamente in lingua inglese, che dimostrano come Matilde nel corso di questi…

Scritta da Alessio Dainelli • alternative rock

Il Teatro Degli Orrori rappresenta la più grande truffa della scena indipendente italiana degli ultimi dieci anni, ormai lo ha capito chiunque abbia un minimo di background e sensibilità musicale. Estremamente abili ad approfittare del vuoto generazionale che con l’inizio del millennio aveva colpito la nostra scena noise/alternative rock, Pier Paolo Capovilla e soci – da autentici teatranti – grazie all’indiscusso carisma…

Scritta da Alessio Dainelli • post rock

Prodotto da Luigi Tizzano, registrato e mixato da Michele Postpischl (Ofeliadorme), masterizzato a Berlino da Francesco Burro Donadello (Giardini di Mirò, Blonde Redhead), Sulla notte rappresenta a tutti gli effetti l’esordio ufficiale sulla lunga distanza dei Parsec, promettente formazione bolognese della quale avevamo già avuto modo di occuparci nel 2011, quando – ancora giovanissimi – si erano presentati sulle scene…

Scritta da Alessio Dainelli • pop rock

Il ritorno a più di dieci anni dallo scioglimento degli Scisma, formazione di culto della seconda metà gli anni ’90, rappresenta senza dubbio un evento di primissimo piano all’interno della scena indipendente italiana. Troppo improvvisa all’epoca fu la rottura, consumata mentre appassionati ed addetti e lavori attendevano con impazienza il loro terzo album in studio dopo gli ottimi riscontri ottenuti dai primi due dischi,…

Scritta da Francesca Scozzarro • alternative rock

Partiamo dalla conclusione: Cultura Generale è un disco che delude. Era lecito aspettarsi di più, sia perchè i Ministri sono ormai una delle band più seguite nel panorama alternativo italiano, dischi alle spalle ne hanno già quattro e di esperienza ne hanno ormai maturata, ma soprattutto per il grande annuncio che ha preceduto l’uscita del nuovo lavoro, ovvero la produzione affidata a un certo Gordon Raphael, non uno qualunque (chiedete…

Scritta da Alessio Dainelli • pop rock

Amur, in uscita il prossimo 21 settembre, segna il ritorno degli Intercity – band bresciana nata dalle ceneri degli Edwood – dopo tre anni di silenzio, durante i quali i fratelli Fabio e Michele Campetti, voci e chitarre, hanno comunque avuto modo di portare avanti un apprezzabile progetto parallelo, chiamato appunto Campetty (2013). I due questa volta si ripresentano con la loro creatura prediletta, andando a comporre insieme…

Scritta da Simone Verlezza • italian alternative

Il primo volume di Endkadenz è stato accolto con un “bentornati” quasi unanime: vario, stimolante, un ascolto impegnativo per la mole di effetti che lo accompagna ma formato da canzoni inattaccabili, in bilico tra imprevedibilità e melodie vincenti. Sette mesi dopo ecco la seconda parte, gemella per alcuni aspetti, più muscolare e selvaggia per (molti) altri: un lavoro che si lascia avvicinare con “Cannibale” e il suo…

Scritta da Alessio Dainelli • alt rock cantautorale

Nome d’arte preso in prestito da un vecchissimo fumetto di Nathan Never, Babalot, al secolo Sebastiano Pupillo, è il tipico musicista bordeline, poco disposto al compromesso e pronto ad entrare in sala di registrazione solo nel momento in cui sente di avere davvero qualcosa da raccontare. Sparito totalmente dalla circolazione nonostante i buoni riscontri ottenuti grazie a due dischi pubblicati a metà degli anni zero, riappare un po’…

Scritta da Alessio Dainelli • cantautorato rock

I Valentina Dorme, band trevigiana capitanata da Mario Pigozzo Favero, sono tra i segreti più preziosi e meglio nascosti della nostra scena indipendente. La estinzione naturale di tutte le cose – prendendo in considerazione anche i primi tre dischi autoprodotti – rappresenta infatti la settima fatica in studio di questa formazione di lungo corso, la cui storia ha avuto inizio addirittura nella seconda metà degli anni ’90. Un lavoro…