150 dischi rock in soccorso di chi lo crede morto

Quando vi trovate a discutere con un convinto sostenitore della teoria che il rock è morto negli anni Novanta – se non anche prima – e che nessuna band dei Duemila sarà ricordata anche fra trenta, quarant’anni, prendete fiato, contate fino a dieci, e prima di osare la vostra inutile risposta, rendetevi conto che con buonissima probabilità costui non conosce bene neanche quegli anni d’oro per cui prova così tanta nostalgia. Provate a chiedergli un parere sul rock psichedelico americano di quel periodo, ovvero su band come Mercury Rev prima o Neutral Milk Hotel poi, o condividete la vostra passione per la scena midwest-emo, e non sfonderete una porta aperta, perché la roba che conosciamo oggi grazie alla banda larga, all’epoca se la sognavano quasi tutti. E chi invece arrivò veramente a certi dischi indie – nel senso più puro della denominazione – di certo non ha una visione così retrograda e sottosviluppata del mondo del rock. Per casi simili, potremmo copiare e incollare quanto già scritto come introduzione alla TOP 50 del primo lustro dei nostri anni Dieci, perché è anche vero che chi all’epoca aveva tempo e guide musicali in grado di indicargli almeno il minimo indispensabile, oggi si ritrova incapace di individuare la fonte presso cui attingere consigli di ascolto adatti a lui, tanto è vasta e confusionaria l’offerta. Non ci sono più i volti dei cantanti (morti) che finiscono sulle magliette, MTV si è fatta sempre più pornografica, le radio italiane passano i Coldplay, i sottogeneri del rock si sono moltiplicati e intersecati. E allora se già tarato sul grunge, sui Led Zeppelin perché nessuno sa suonare come loro, o sui Pink Floyd perché hanno trasformato il rock da arte povera a qualcosa di valore sociale e politico, ben saldo nella sua posizione resterà. E ce ne faremo una ragione.

Non si sa più cosa bisogna ascoltare per essere al passo, e si finisce per credere che non ci sia più nulla di nuovo da scoprire, e che meglio di quanto accaduto fino agli anni Novanta non può più avvenire. Invece non è affatto così, ma chiaro, bisogna scegliere le giuste fonti, o meglio quelle più accordate al proprio gusto, per continuare a divertirsi.

Per chi, grande appassionato delle cause perse, volesse provare ad argomentare, ecco una selezione di 150 (centocinquanta, esatto) dischi rock che hanno segnato il primo decennio del nuovo millennio, pubblicati quindi fra il 01.01.00 e il 31.12.09, di cui 130 in qualche modo maggiormente radicati alla concezione più classica del rock, anche quando ricchi di divagazioni e vere e proprie virate verso macrogeneri come folk e metal, e altri venti dal suono maggiormente ibridato con l’elettronica, o comunque ormai più sbilanciati sul digitale. Moltissimi di questi album sono già recensiti nel nostro sito, per cui andate a leggere come ne parlavamo all’epoca se volete.

Un’ulteriore scomposizione evidenzia in grassetto corsivo 20 dischi su cui secondo DYR occorrerebbe puntare per tentare l’impossibile impresa di convertire al modo indicativo-tempo presente o imperfetto semplice chi è rimasto a Nevermind e Ten, o al massimo a Tool e Radiohead, che dunque non segnaliamo. Insomma, i più adatti ad aprire progressivamente la mente del destinatario finale.

Da oggi in poi, quando vi ricapiterà una situazione simile – perché è matematico che ciò accadrà – ricordatevi di questo listone, oltre alla nostra Top 100 anni Duemila che include anche alcuni album post rock, electro o puramente folk che qui non trovano spazio.

Predicherete nel deserto, ma immaginate quale giuoia nel cuore se ne salverete anche uno solo…

Il Paradiso vi aspetta. Non giubilate!

01. 16 Horsepower – Secret South (2000)

02. 35007 – Liquid (2002)

03. …And You Will Know Us by the Trail of Dead – Source, Tags & Codes (2002)

04. …And You Will Know Us by the Trail of Dead – Worlds Apart (2005)

05. A Perfect Circle – Mer de Noms (2000)

06. A Perfect Circle – Thirteenth Step (2003)

07. A Place to Bury Strangers – Exploding Head (2009)

08. Amplifier – Amplifier (2004)

09. Angels of Light – Everything Is Good Here / Please Come Home (2003)

10. The Antlers – Hospice (2009)

11. Arcade Fire – Funeral (2004)

12. Arcade Fire – Neon Bible (2007)

13. Arctic Monkeys – Whatever People Say I Am, That’s What I’m Not (2006)

14. Arctic Monkeys – Favourite Worst Nightmare (2007)

15. Arctic Monkeys – Humbug (2009)

16. At the Drive-In – Relationship of Command (2000)

17. Autolux – Future Perfect (2004)

18. Bikini Atoll – Moratoria (2003)

19. Bikini Atoll – Liar’s Exit (2005)

20. The Black Angels – Passover (2006)

21. The Black Keys – Rubber Factory (2004)

22. Black Mountain – In the Future (2008)

23. Black Rebel Motorcycle Club – BRMC (2001)

24. Black Rebel Motorcycle Club – Baby 81 (2007)

25. Brand New – The Devil and God Are Raging Inside Me (2006)

26. Bright Eyes – Lifted or The Story Is in the Soil, Keep Your Ear to the Ground (2002)

27. Broken Social Scene – You Forgot It in People (2002)

28. Calla – Televise (2003)

29. Carissa’s Wierd – Songs About Leaving (2002)

30. Clutch – Blast Tyrant (2004)

31. Colour Haze – Colour Haze (2004)

32. The Cooper Temple Clause – See This Through and Leave (2002)

33. Cymbals Eat Guitars – Why There Are Mountains (2009)

34. The Dead Weather – Horehound (2009)

35. Death Cab for Cutie – Transatlanticism (2005)

36. Death From Above 1979 – You’re a Woman, I’m a Machine (2004)

37. Deerhunter – Microcastle / Weird Era Continued (2008)

38. Deftones – White Pony (2000)

39. The Dismemberment Plan – Change (2001)

40. Dredg – El Cielo (2002)

41. Editors – The Back Room (2005)

42. Eels – Blinking Lights and Other Revelations (2005)

43. Elliott Smith – From a Basement on the Hill (2004)

44. The Flaming Lips – Yoshimi Battles the Pink Robots (2002)

45. The Flaming Lips – Embryonic (2009)

46. Fleet Foxes – Fleet Foxes (2008)

47. Franz Ferdinand – Franz Ferdinand (2004)

48. Fugazi – The Argument (2001)

49. Girls – Album (2009)

50. Gravenhurst – The Western Lands (2007)

51. Grandaddy – The Sophtware Slump (2000)

52. Grinderman – Grinderman (2007)

53. Grizzly Bear – Yellow House (2006)

54. Have a Nice Life – Deathconsciousness (2008)

55. The Horrors – Primary Colours (2009)

56. Jim O’Rourke – Insignificance (2001)

57. Julian Casablancas – Phrazes for the Young (2009)

58. The Kills – Midnight Boom (2008)

59. Kinski – Down Below It’s Chaos (2007)

60. The Icarus Line – Mono (2001)

61. Interpol – Turn on the Bright Lights (2002)

62. Interpol – Antics (2004)

63. Last Shadow Puppets – The Age of the Understatement (2008)

64. The Libertines – Up the Bracket (2002)

65. Low – Things We Lost in the Fire (2000)

66. Low – Trust (2002)

67. Manic Street Preachers – Journal for Plague Lovers (2009)

68. The Mars Volta – De-Loused in the Comatorium (2003)

69. The Mars Volta – Frances the Mute (2005)

70. Mclusky – Mclusky Do Dallas (2002)

71. The Melvins – (A) Senile Animal (2006)

72. The Microphones – The Glow Pt. 2 (2001)

73. Midlake – The Trials of Van Occupanther (2006)

74. Modest Mouse – The Moon & Antarctica (2000)

75. Modest Mouse – Good News for People Who Love Bad News (2004)

76. Morphine – The Night (2000)

77. The Mountain Goats – All Hail West Texas (2002)

78. My Morning Jacket – It Still Moves (2003)

79. My Latest Novel – Wolves (2006)

80. The National – Alligator (2005)

81. The National – Boxer (2007)

82. New End Original – Thriller (2001)

83. The New Pornographers – Mass Romantic (2000)

84. The New Pornographers – Twin Cinema (2005)

85. Oceansize – Effloresce (2003)

86. Okkervil River – Down the River of Golden Dreams (2003)

87. Okkervill River – Black Sheep Boy (2005)

88. Oneida – Rated O (2009)

89. Om – Pilgrimage (2007)

90. Om – God Is Good (2009)

91. The Pains of Being Pure at Heart – The Pains of Being Pure at Heart (2009)

92. Parts & Labor – Mapmaker (2007)

93. PJ Harvey – Stories From the City, Stories From the Sea (2000)

94. Queens of the Stone Age – Rated R (2000) 

95. Queens of the Stone Age – Songs for the Deaf (2002)

96. R.E.M. – Accelerate (2008)

97. Real Estate – Real Estate (2009)

98. Shearwater – Palo Santo (2006)

99. Shearwater – Rook (2008)

100. The Shins – Oh, Inverted World (2001)

101. The Shins – Chutes Too Narrow (2003)

102. Sleater Kinney – The Woods (2005)

103. Songs: Ohia – Lioness (2000)

104. Songs: Ohia – The Magnolia Electric Co. (2003)

105. Sonic Youth – Murray Street (2002)

106. Sophia – People Are Like Seasons (2004)

107. Stephen Malkmus – Stephen Malkmus (2001)

108. The Strokes – Is This It? (2001)

109. Sun Kil Moon – Ghosts of the Great Highway (2003)

110. Sun Kil Moon – April (2008)

111. System of a Down – Toxicity (2001)

112. Tomahawk – Tomahawk (2001)

113. Tomahawk – Mit Gas (2003)

114. Tool – Lateralus (2001)

115. Tool – 10,000 Days (2006)

116. Twilight Singers – Blackberry Belle (2003)

117. Unwound – Leaves Turn Inside You (2001)

118. Vex Red – Start With a Strong and Persistent Desire (2002)

119. The Warlocks – Heavy Deavy Skull Lover (2007)

120. The Warlocks – The Mirror Explodes (2009)

121. White Lies – To Lose My Life (2009)

122. The White Stripes – De Stijl (2000)

123. The White Stripes – White Blood Cells (2001)

124. The White Stripes – Elephant (2003)

125. Wilco – Yankee Hotel Foxtrot (2002)

126. Wilco – A Ghost Is Born (2004)

127. Wild Beasts – Two Dancers (2009)

128. Yeah Yeah Yeahs – Fever to Tell (2003)

129. Yo La Tengo – And Then Nothing Turned Itself Inside-Out (2000)

130. Yo La Tengo – I Am Not Afraid of You and I Will Beat Your Ass (2006)

 +

131. Blur – Think Tank (2003)

132. Einstürzende Neubauten – Silence Is Sexy (2000)

133. Einstürzende Neubauten – Perpetuum Mobile (2004)

134. Franz Ferdinand – Tonight: Franz Ferdinand (2009)

135. Late of the Pier – Fantasy Black Channel (2008)

136. Liars – They Were Wrong, So We Drowned (2005)

137. Liars – Drum’s Not Dead (2006)

138. Martin Grech – Unholy (2005)

139. Notwist – Neon Golden (2002)

140. Piano Magic – Disaffected (2005)

141. Primal Scream – XTRMNTR (2000)

142. Radiohead – Kid A (2000)

143. Radiohead – Amnesiac (2001)

144. Radiohead – In Rainbows (2007)

145. Sigur Rós – ( ) (2002)

146. Thom Yorke – The Eraser (2006)

147. TV on the Radio – Return to Cookie Mountain (2006)

148. TV on the Radio – Dear Science (2008)

149. Vampire Weekend – Vampire Weekend (2008)

150. Xiu Xiu – Fabulous Muscles (2004)

Sono un pubblicitario prestato al mondo del vino. Una notte ho sognato che vincevo al SuperEnalotto, e coi soldi vinti aprivo il miglior negozio di musica di sempre, dove si ascoltava e si vendeva solo la musica che dicevo io. Se qualcuno non era d'accordo, quella era la porta. Se fallivo, fallivo. Se facevo successo, chiamavo Mark Hollis a suonare in acustico e Oneohtrix Point Never a fare un DJ set. Mentre attendo che ciò diventi realtà, ho aperto con un po' di amici di lungo corso forumistico questo posto, dove mi rifugio tutti i giorni, non appena posso. Una volta ho quasi sfiorato la mano di Michael Stipe. Ho l'autografo di Maynard James Keenan. E anche quello di Aaron Turner. Conosco Burial personalmente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi